86 famiglie rischiano lo sgombero forzato a Gerusalemme

462

tratto da: https://www.middleeastmonitor.com/20201209-86-families-face-forced-eviction-in-jerusalem/

9 dicembre 2020 alle 14:21

Israeli forces demolish a Palestinian house in Jerusalem on 11 November 2020 [Mostafa Alkharouf/Anadolu Agency]

Almeno 86 famiglie palestinesi stanno affrontando lo sgombero forzato nel quartiere Batn Al-Hawa di Gerusalemme mentre Israele ha intensificato la pressione su di loro affinché demoliscano le loro case con il pretesto che non hanno le necessarie licenze edilizie,  ha riferito oggi Arab48 .

Il Comitato popolare per le famiglie di Batn Al-Hawa ha invitato le persone a riunirsi per la preghiera del venerdì nella tenda di protesta nel quartiere per condannare la decisione delle forze israeliane di sgomberare con la forza 86 famiglie che vivono in case la cui proprietà è rivendicata da un gruppo di insediamenti Ateret Cohanim.

Al momento,  secondo quanto  riportato da Arab48, tre famiglie stanno affrontando uno sfratto “eminente” dopo che il tribunale distrettuale di Gerusalemme ha respinto la loro istanza contro una sentenza del tribunale dei magistrati che li chiamava a consegnare le loro proprietà all’organizzazione di insediamento.

In una dichiarazione congiunta rilasciata dal Centro informazioni di Wadi Al-Hilwa e dal Comitato Batn Al-Hawa, il tribunale distrettuale ha respinto la petizione presentata dalle famiglie Dowaik, Odeh e Shweeky.

LEGGI: Principe saudita: ‘Israele incarcerò i palestinesi nei campi di concentramento’

La dichiarazione affermava che le case delle famiglie consistevano in due edifici che fanno parte del piano di Ateret Cohanim di sequestrare 5.200 metri quadrati di terreno di Batn Al-Hawa, sostenendo che questa terra apparteneva agli ebrei yemeniti dal 1881.

Ateret Cohanim afferma che Batn Al-Hawa è stata costruita sulle rovine di un quartiere ebraico chiamato Città degli yemeniti, che presumibilmente era ebrea fino al 1938, quando le autorità del mandato britannico li hanno sfrattati.

Decine di petizioni simili sono ancora in attesa di sentenze.

Ieri le forze di occupazione israeliane hanno fatto demolire per la seconda volta la sua casa, il gerosolimitana Mahmoud Al-Khalisi di Silwan.

86 families face forced eviction in Jerusalem

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.