A proposito di Leoluca Orlando – di Paola Caridi

0

03/01/2019  00.00

No, non è un caso che Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo scriva una lettera circostanziata all’ufficio anagrafe del Comune di Palermo in cui pone seri quesiti di costituzionalità sul decreto sicurezza e di rispetto delle convenzioni internazionali firmate e ratificate dal Parlamento italiano. No, non è un caso che una voce si levi proprio dalla Città TuttoPorto, in cui è stata scritta la Carta di Palermo. No, non è un caso che la Sicilia possa fare la differenza, incastonata nel Mediterraneo centrale. Non è un caso. Per niente. E prima lo si comprende, in Italia, prima si correrà a difendere una terra cresciuta nel corso dei millenni sul valore fecondo della diversità.

È vero, Palermo e la Sicilia tutta hanno gravi e spesso antichi problemi. Il razzismo, invece, è una di quelle malattie recenti che non ha ancora del tutto attecchito, nonostante le piccole truppe cammellate che provano a inoculare il virus.

Orlando ha dato ancora una volta prova della sua capacità politica. Lo avevamo provato, con Evelina Santangelo, nella esaltante esperienza dell’evento dello scorso ottobre al Politeama di Mediterranea – La via di terra a Palermo, in sostegno a Mediterranea Saving Humans. Orlando era stato il primo sostenitore.

I sindaci possono fare la differenza sulla questione del rifugio e delle migrazioni. I segnali sono evidenti soprattutto fuori dall’Italia, in cui sono già aperti contatti e tavoli tra i sindaci delle più importanti città. E la storia delle cosiddette “città santuario” negli Stati Uniti ha già indicato una strada possibile: sono state le città santuario a opporsi alla politica federale di Donald Trump sulle migrazioni, proprio sulla questione dei residenti delle città. Orlando, dunque, non se ne esce a sorpresa su questo argomento, ma inserisce anche Palermo nel novero delle città santuario.

 

A proposito di Leoluca Orlando – di Paola Caridi

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.