Accordo ACAA, il sì dell’Europa a Israele

adminSito   mercoledì 24 ottobre 2012 11:10

 Il Parlamento Europeo approva in via definitiva l’accordo che elimina ogni controllo per le merci farmaceutiche israeliane. E su Gilo Netanyahu sbeffeggia la Ashton.

 La colonia di Gilo, tra Betlemme e Gerusalemme, in continua espansione

di Emma Mancini 

Roma, 24 ottobre 2012, Nena News – Il Parlamento Europeo ha approvato ieri con voto definitivo l’accordo commerciale nel settore farmaceutico con Israele: 379 voti a favore, 240 contro e 40 astensioni. Da oggi, secondo il protocollo ACAAi prodotti industriali israeliani potranno muoversi tra i mercati europeo e israeliano senza ulteriori test di conformità e valutazioni di qualità. Senza alcun controllo. Per ora, il voto di Strasburgo ha riguardato solo i prodotti farmaceutici, ma in futuro si provvederà ad allargarne il campo a cosmetici e giocattoli.

“Un importantissimo accordo tecnico-commerciale – l’ha definito il portavoce del Ministero degli Esteri israeliano – L’accordo riconosce gli standard dell’industria farmaceutica israeliana uguali a quelli europei”.

L’accordo arriva dopo la decisione del 2009 della UE di congelare la promozione ad una categoria superiore dei rapporti commerciali con Israele, come forma di pressione politica contro le politiche d’occupazione dei Territori Palestinesi. Ma, a quanto pare, il business viene prima: nulla è cambiato dal giugno 2009, quando l’Unione Europea decise di interrompere i negoziati sull’accordo ACAA a seguito dell’Operazione Piombo Fuso. La colonizzazione prosegue, i diritti dei prigionieri politici palestinesi vengono quotidianamente negati, lo scippo di terre e risorse naturali non si ferma, la Striscia di Gaza è ancora sotto embargo.

Eppure Bruxelles decide di tornare sui propri passi e, dopo aver bloccato per due anni l’ACAA, oggi dà il via libera ad un accordo commerciale che apre le porte dell’Europa alle aziende israeliane, senza ostacoli né controlli. La UE si mostra di nuovo incapace di negare a Israele l’impunità per i crimini commessi e, nonostante i tentativi di critica politica, è il maggiore importatore in Israele (16,8 miliardi di euro) e il secondo maggior mercato per le esportazioni israeliane.

“Vorremmo ringraziare i membri del Parlamento Europeo per aver preso una decisione che garantirà nuovi benefici ai malati europei e all’industria – ha detto David Saranga, responsabili delle relazioni esterne del Parlamento Europeo – Siamo felici che questo accordo, che ha richiesto lungo tempo, ha finalmente ottenuto l’approvazione del Parlamento. Ora lavoreremo con le autorità europee per implementare l’ACAA senza ritardi”.

Ogni riserva è stata superata, nonostante sia di pochi giorni fa il duro richiamo della rappresentante agli Affari Esteri dell’Unione Europea Catherine Ashton in merito all’espansione selvaggia delle colonie israeliane in Cisgiordania. Venerdì scorso la Ashton, impegnata in questi giorni in un lungo tour mediorientale, aveva attaccato l’espansione della colonia di Gilo, tra Gerusalemme e Betlemme: “Le colonie sono illegali secondo il diritto internazionale e rendono la soluzione a due Stati impossibile”.

Il premier Netanyahu non ha tardato a reagire e domenica scorsa ha confermato e promesso la costruzione di nuovi edifici e abitazioni per coloni israeliani a Gerusalemme Est: “Non imporremo alcuna restrizione alla costruzione a Gerusalemme, la nostra capitale”. Una dichiarazione seguita ieri ad una visita alla colonia di Gilo, una delle più imponenti della Cisgiordania e che, grazie alla costruzione del Muro, è stata annessa alla Stato di Israele nonostante si trovi in territorio palestinese.

La scorsa settimana il governo israeliano ha pianificato la costruzione di 797 nuove unità abitative nell’insediamento, oltre ad una nuova base militare. “Abbiamo costruito Gerusalemme, stiamo costruendo Gerusalemme e continueremo a costruire Gerusalemme – ha detto Netanyahu – Questa è la nostra politica”. Nena News

http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=38709&typeb=0&Accordo-ACAA-il-si-dell’Europa-a-Israele

Contrassegnato con i tag: , , , , , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam