Ancora Gaza

BY  / ON 15 NOVEMBRE 2012 AT 11:26 /

da Megachip

Ancora Gaza

Scritto da RedazioneGiovedì 15 Novembre 2012

di Meri Calvelli

segue: Appello dell’International Solidarity Movement

GAZA- Alle 15.35 di ieri Gaza è stata scossa da molteplici attacchi militari israeliani lanciati da droni, elicotteri apaches, caccia F16 e navi militari. Una delle prime persone uccise è stata Ahmed Al Jabari, comandante in capo dell’ala militare di Hamas. Le fazioni palestinesi hanno giurato vendetta e i militanti hanno sparato dozzine di razzi verso Israele. Dopo il primo attacco, le forze aree israeliane hanno condotto più di 50 bombardamenti su tutta la Striscia di Gaza che hanno causato almeno 8 morti, compresi 2 bambini e un neonato. Il Ministro della Salute ha inoltre dichiarato che più di 90 persone sono state ferite. Cresce il timore che Israele possa lanciare un’offensiva di terra su larga scala, paura alimentata dal lancio di volantini nel Nord della Striscia da parte dell’esercito israeliano che annunciavano un’imminente invasione via terra dell’area.
Israele ha lanciato l’operazione denominata “Pillar of Defence” di pomeriggio con l’uccisione mirata di Al Jabari la cui macchina è stata bombardata nell’area di Thalatin a Est di Gaza City. Mohammad Al-Hams, la guardia del corpo di Al Jabari che viaggiava con lui in macchina è rimasto gravemente ferito ed è morto poco dopo in ospedale. In seguito a questo attacco, una serie di bombardamenti è stata lanciata in tutta la Striscia di Gaza, colpendo aree abitate a Khan Younis, Tel Al Hawa, Sheikh Zayed Square e At Twan nel nord di Gaza, Al Sabra a Gaza City, Rafah, Beit Lahia, Khuza’a, al Bureij.
Le navi da guerra israeliane sono entrate nel mare di Gaza e si sono posizionate vicino alla costa, sparando verso terra. Verso le ore 20, le forze navali israeliane hanno sparato tra i 12 e i 15 colpi di artiglieria verso la base navale di Hamas a nord ovest del campo rifugiati di Shati a Gaza City.

Si moltiplicano le ipotesi secondo cui l’offensiva si prolungherà per diversi giorni e il Primo Ministro israeliano ha dichiarato che è pronto a espandere l’operazione.

In una conferenza stampa tenuta oggi il Ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, ha dichiarato: “le provocazioni che abbiamo subito e il lancio dei razzi verso gli insediamenti nel sud di Israele ci hanno costretto a intraprendere quest’azione. Voglio che sia chiaro che i cittadini israeliani non ne subiranno le conseguenze. L’obiettivo è di fermare i razzi e danneggiare l’organizzazione di Hamas”.
Nonostante ciò, la maggior parte delle vittime di questo attacco sono state civili. La popolazione di Gaza si è rifugiata nelle case e il personale della maggior parte delle organizzazioni internazionali è sotto coprifuoco.
Gli ospedali di tutta la Striscia sono stati invasi dalle vittime degli attacchi. Nella conferenza stampa tenuta di fronte all’ospedale Al Shifa, il Dr Mafed El Makha El Makhalalaty, Ministro della Salute, ha spiegato che gli ospedali soffrono delle carenze causate dalla prolungata chiusura della Striscia di Gaza e dal crescente numero di attacchi avvenuti nelle ultime settimane, in cui molti bambini sono stati uccisi. Gli attacchi di oggi hanno lasciato gli ospedali privi di medicine e forniture mediche. Inoltre, ha sollecitato un intervento immediato da parte della comunità internazionale per fermare il massacro.
La stampa araba riporta che gli ospedali nel Sinai sono stati posti in stato di allerta per affrontare l’emergenza e ricevere i feriti di Gaza.
La popolazione terrorizzata di Gaza sta subendo i continui attacchi di droni, bombardamenti, fuoco navale di questa offensiva militare indiscriminata e sproporzionata. Rimane imprigionata all’interno della Striscia di Gaza e costituisce un facile obiettivo nella guerra controllata a distanza.
Ci rivolgiamo alle persone di coscienza in tutto il mondo perché si oppongano a questa aggressione illecita contro i civili palestinesi. La comunità internazionale deve intervenire con urgenza per fermare questi violenti attacchi.

Fonte: “We are all on the Freedom Flotilla 2 – News”
https://www.facebook.com/pages/We-are-all-on-the-Freedom-Flotilla-2-News/157392614337212

______________________________

L’appello dell’International Solidarity Movement

Cari tutti,
vi chiediamo tutto il supporto possibile per la popolazione assediata della Striscia di Gaza. Qui a Gaza, oltre 10 persone sono state uccise fino a questo momento nell’operazione israeliana chiamata “Pilastro della Difesa”, nelle ultime 7 ore; tra loro, molti bambini tra cui Raneen Arafat, 7 anni, e un bambino di 11 mesi.
Abbiamo visto corpi carbonizzati di bambini morti e feriti riversarsi all’ospedale Al-Shifa di Gaza city e negli altri ospedali dislocati nella Striscia. 50 attacchi aerei su tutta la Striscia fino ad ora.
Esplosioni assordanti ci hanno scosso tutti, come le bombe atterrate vicino a noi nelle strade intorno alle università. Forti esplosioni si stanno verificando tutto intorno a noi a Gaza City mentre scrivo, intere famiglie sono state ferite. Possiamo sentire anche gli spari dalle navi da guerra israeliane. Si dice che sia possibile che molto presto ci sia l’invasione di terra. Più di 330 bambini sono stati uccisi nell’ultima sanguinaria operazione come questa, Piombo Fuso, che ha ucciso più di 1400 persone in totale, per lo più civili. Stiamo testimoniando da ospedali, strade e aree bombardate. Quanti, terrorizzati nelle loro case, perderanno la vita entro domani, o dopo i giorni degli attacchi aerei, via terra e via mare che Israele ha annunciato?
VOI POTETE FARE LA DIFFERENZA. MUOVETEVI. AGITE ADESSO PER FERMARE UN’ALTRO BAGNO DI SANGUE A GAZA. L’IMMOBILISMO DEL MONDO CI HA PORTATI A QUESTO PUNTO.
https://www.facebook.com/ismpalestine/posts/10151192355934145
___________________________________

Il Governo egiziano ha aperto il Valico di Rafah per permettere l’evacuazione e ha inviato i propri commandos, sul Sinai.
Nella Striscia di Gaza, continuano i bombardamenti e aumenta il numero dei morti e dei ferti, tra i quali, diversi bambini.

Elenco delle manifestazioni che si stanno organizzando, in tutto il mondo:

https://docs.google.com/document/d/1Iq4XZx9Vj0BDIiWzlHi2mUS0VUOn_t-prgtGGCzatQw/preview?sle=true&;pli=1

Video:
Bombardamenti su Gaza:

http://www.youtube.com/watch?v=FEcG2c7n1HQ
Video del bombardamento dell’auto su cui viaggiava Ahmed Jabari, diffuso dall’IDF:

http://www.youtube.com/watch?v=kXatG2Z9Oqc&;feature=player_embedded
Foto:
http://twitpic.com/bd7szs
https://twitter.com/hakimzug/status/268750610453626880/photo/1
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.517528594924116.124229.136633479680298&;type=1
https://twitter.com/mo_am10/status/268755523954962433/photo/1
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=4314660698276&;set=a.1403707966277.2056475.1039690606&type=1&theater
Foto twittata dall’IDF che si vanta d aver eliminato ahmed Jabari:
https://twitter.com/IDFSpokesperson/status/268795866784075776/photo/1
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151291073901291&;set=oa.207676186032924&type=1&theater
Anonymous ha iniziato ad attaccare i siti israeliani:

https://twitter.com/P45C4L/status/268856902203613184/photo/1

Aggiornamento

Gaza – InfoPal. L’aviazione da guerra israeliana ha continuato per tutta la notte e la mattina a sorvolare la Striscia di Gaza e a eseguire raid. Il bilancio attuale è di 13 morti e oltre 100 feriti.
Un ufficiale della polizia del governo di Gaza e due membri delle brigate al-Qassam sono stati uccisi all’alba di giovedì 15 novembre.
Le vittime identificate nella giornata di mercoledì sono: Ahmed Said Khalil Al-Jabari, 52 anni; Mohamed Hamed Subhi al-Hams, 28 anni; Mohamed Hani Ibrahim, 18 anni; Essam Mahmoud Ahmed Abu al-Ma’za, 19 anni; Heba Adel Mashharawi, 19 anni; Rinan Yousef Arafat, 3 anni; Omar Mashharawi Jihad, 11 mesi; Mahmoud Abu Soawin, 65 anni.
Giovedì mattina, il comandante delle forze di sicurezza di Gaza, Habes Masmah, 30 anni, è stato colpito mentre viaggiava a bordo di una motocicletta, a est di Khan Younis. Il suo cadavere è stato portato all’ospedale Nasser di Khan Younis.
Sono stati uccisi anche altri due membri delle brigate al-Qassam: Wael Haidar al-Ghalban e Hisham Muhammad al-Ghalban.
Israele ha effettuato oltre 100 attacchi contro la Striscia di Gaza, nella notte, colpendo case, auto e siti di addestramento delle brigate della resistenza.
Le navi da guerra israeliane hanno preso parte all’aggressione in corso nella Striscia di Gaza per il secondo giorno consecutivo, e hanno sparato decine di missili e aperto il fuoco di mitragliatrici pesanti contro le case adiacenti la spiaggia, mentre l’artiglieria israeliana ha sparato contro le zone orientali.
Da parte sua, la resistenza palestinese ha risposto all’aggressione lanciando più di 120 granate contro siti militari e insediamenti intorno alla Striscia di Gaza, uccidendo 3 israeliani e ferendone 28, e danneggiando diverse auto dei coloni.
Fonte: www.infopal.it.


 

 

http://www.dongiorgio.it/15/11/2012/ancora-gaza/

 

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam