At-Tuwani: La scorta militare non garantisce la sicurezza dei bambini palestinesi.

85-179

LE IMMAGINI DI QUESTO NUMERO sono parte di un reportage di Alicia Vacas ad Al-Azareyah, un sobborgo di Gerusalemme

I coloni pronti da attaccare.

Secondo la Convenzione di Ginevra, la Corte Internazionale di Giustizia dell’Aia e numerose risoluzioni delle Nazioni unite, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Occupati Palestinesi sono illegali. La maggior parte degli avamposti è considerata illegale anche dalla legislazione israeliana

In Palestina l’anno scolastico 2009-2010 è cominciato il 1 settembre 2009. I bambini che provengono dai vicini villaggi di Tuba e Maghayir -al-Abeed per raggiungere la scuola elementare di At-Tuwani necessitano di una scorta militare che garantisca loro la sicurezza.Durante le prime due settimane del nuovo anno scolastico i soldati israeliani non hanno scortato i bambini in modo appropriato, lasciandoche percorressero da soli un’area nella quale sono esposti agli attacchi dei coloni. I bambini di Tuba e di Maghayir-al-Abeed percorrono ogni giorno la strada da e per At-Tuwani. La via più corta per raggiungere la scuola è una strada pubblica che passa tra l’insediamento di Ma’on e l’avamposto illegale di Havat Ma’on. Per anni i coloni, armati, hanno attaccato, minacciato e maltrattato i bambini lungo questa strada.

Nel 2004 l’Uffico distrettuale di coordinamento israeliano (ossia il settore dell’esercito israeliano che si occupa  dell’ amministrazione civile) ha accettato di provvedere alla sicurezza dei bambini con una scorta militare.

nel 2004, i soldati accompagnavano i bambini a partire dalla fine degli  allevamenti di polli. Tuttavia, da quando i coloni hanno costruito un cancello a metà strada, circa un anno e mezzo fa’, i soldati si sono rifiutati di camminare con i bambini sin dopo gli allevamenti di polli, non garantendo più così la loro sicurezza in quel tratto di strada. In questo modo viene inoltre percorsa solo una parte della distanza prevista dalla legge per la scorta.

Dunque, durante le prime due settimane del nuovo anno scolastico, i soldati israeliani non hanno completato la scorta come concordato nel 2004. Delle sedici volte in cui i soldati israeliani hanno scortato i bambini, soltanto cinque volte i militari hanno camminato a fianco di essi, mentre tutte le altre volte sono rimasti sui loro veicoli.

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE:

Durante l’anno scolastico 2008-2009 i coloni hanno attaccato i bambini dieci volte e in due occasioni hanno lanciato loro delle pietre. Diverse volte i bambini hanno dovuto aspettare per più di venti minuti l’arrivo della scorta e in alcune occasioni è capitato che aspettassero anche un’ora. La mattina di lunedì 7 settembre 2009, un colono israeliano ha urlato contro i bambini di Tuba e di Maghayir-al-Abeed che aspettavano la scorta nei pressi degli allevamenti di polli. I bambini, spaventati, sono fuggiti via e hanno perso la scuola.

La mattina di giovedì 10 settembre 2009, i bambini hanno dovuto aspettare per 20 minuti la scorta vicino agli allevamenti di polli perchè i soldati che dovevano scortarli hanno fatto una deviazione nella valle vicina per scacciare dei pastori palestinesi. I bambini sono arrivati tardi a scuola.

Per il report completo sulle scorte scolastiche nel 2007-2008, incluse mappe, fotografie e interviste ai bambini, consultare “Un viaggio pericoloso” http://snipurl.com/rsv2n Il report per l’anno scolastico 2008-2009 sarà disponibile a breve.


AZIONE

I volontari di Operazione Colomba chiedono alle persone interessate di fare pressione chiamando l’Ufficio comunicazioni del comandante del distretto sud dell’esercito israeliano. Il numero israeliano è (972) 2 996 7200. Si prega di chiedere al comandante BenMoha di istruire i soldati coinvolti nella scorta dei bambini di Tuba e di Maghayr-al-Abeed affinchè accompagnino i bambini per tutto il tragitto che va dagli allevamenti di polli di Ma’on fino alla fine dell’insediamento.

È assolutamente necessario fare pressione sul comandante perché la scorta sia fatta in modo adeguato e completo dal momento che èfrequente la presenza dei coloni in quest’area nelle ore in cui i bambini passano di qui.

Inoltre è importante anche ricordare al comandante che i coloni hanno attaccato i bambini in dieci occasioni nell’anno scolastico 2008-2009 e in una occasione anche durante l’anno scolastico appena iniziato quando un colono ha minacciato i bambini nei pressi degli allevamenti di polli.

Chi desidera appellarsi direttamente all’IDF (Israeli defense forces) con fax e telefonate può farlo ai seguenti numeri:
IDF Public Appeals Fax: 011-972-3-569-9400. IDF Public Appeals Phone: 011-972-3-569-1000.

Operation Dove – Nonviolent Peace Corps e mail: operationdove@gmail.com website: www.operationdove.org

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam