Attivista ebrea americana detenuta a Ben Gurion: quando ho pronunciato la parola “arabo”, tutto è cambiato

0

 

TIMESOFISRAEL.COM

Activist detained at Ben Gurion: Once I said the word ‘Arab,’ everything changed

Sintesi personale

Il membro di un gruppo statunitense, che lavora per la parità di diritti  tra ebrei e arabi in Israele, è stata fermata  e sottoposta a un lungo interrogatorio  da parte di funzionari della sicurezza israeliani , quando  ha provato a tornare a casa a San Francisco.

Laura Mandel, 32 anni, che ha lasciato Israele il 14 aprile, ha detto che l’interrogatorio standard all’aeroporto Ben Gurion è diventato aggressivo dopo  aver  specificato di essersi recata in Israele per partecipare alla celebrazione del 30° anniversario di Abraham, una organizzazione  senza scopo di lucro che promuove la convivenza tra cittadini ebrei e arabi.

Ho la sensazione  che, quando  ho pronunciato la parola ‘arabo’, tutto sia  cambiato“. L’incidente,  ampiamente diffuso mercoledì dai media israeliani e americani, ricorda episodi simili di viaggiatori ebrei sottoposti a interrogatori aggressivi  da parte dei funzionari di sicurezza israeliani a causa delle loro affiliazioni politiche.

 

Attivista ebrea americana detenuta a Ben Gurion: quando ho pronunciato la parola “arabo”, tutto è cambiato

https://frammentivocalimo.blogspot.com/2019/04/attivista-ebrea-americana-detenuta-ben.html

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.