Auguri da Betlemme, 24 dicembre 2010, direttamente dal presepio che tutto il mondo si ostina a non vedere.

Stamattina, non una statuina di gesso ma il pastore Salama di 20 anni, è stato ucciso mentre portava al pascolo le sue pecore. Gli hanno sparato senza alcun avvertimento. D’altra parte sapevano bene cosa stava facendo, visto che da anni porta lì ogni giorno le sue pecore a pascolare. Dal rene alla pancia il proiettile lo ha attraversato tutto, come ha distrutto la sua famiglia: sua moglie, una giovane di 19 anni è rimasta vedova e suo figlio, che era nato esattamente 48 ore prima, non vedrà mai suo padre. Salama non ha fatto in tempo nemmeno a dare un nome a suo figlio…

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam