BRASILE, VERSO IL GOLPE CONTRO BOLSONARO COL VIRUS IN ZUCCA

0
478

tratto da: REMOCONTRO

Remocontro

 Remocontro   7 Aprile 2020

 

Convinzione diffusa in Brasile che Bolsonaro abbia i giorni contati. Se il Covid-19 lo ha finora risparmiato come contagio, ha infettato irrimediabilmente la sua presidenza. Secondo più fonti, «Bolsovirus», in caduta libera nei sondaggi, eserciterebbe ormai solo un potere formale. E presto, neppure più quello.

Bolsonaro: primo golpe nell’era del Covid19?

«Dopo ripetuti sbandamenti e l’imperdonabile sottovalutazione iniziale del Coronavirus, il presidente brasiliano Bolsonaro ha perso molto consenso ed è stato di fatto commissariato dai militari che hanno accresciuto fortemente il loro peso nel Governo mentre crollano il petrolio e le esportazioni verso la Cina», scrive su ‘First’ Claudia Segre, della Global Thinking Foundation.

Insegue sul Manifesto Claudia Fanti,  che cita il noto giornalista argentino Horacio Verbitsky, secondo cui «un alto ufficiale dell’esercito brasiliano avrebbe informato un capo dell’esercito argentino -durante una comunicazione telefonica-,  sulla decisione delle forze armate «di estromettere Bolsonaro da tutte le decisioni importanti, ponendo come ‘presidente operativo’ il generale Walter Braga Netto, già capo dello stato maggiore dell’esercito e attuale ministro della Casa Civile».

Esautorato in parte, e poi vedremo

Dall’Argentina a Miami, fonti dai tutori Usa. «Da giorni si inseguono le voci su quello che potrebbe essere il primo golpe ai tempi del Covid-19. I rumors arrivano soprattutto da Miami, dove si parla di un possibile colpo di Stato per destabilizzare il Presidente brasiliano Bolsonaro», versione First. Nonostante il presidente brasiliano, come altri Capi di Stato, si sia reso protagonista pochi giorni fa di una virata netta sull’emergenza da Covid-19.

Una posizione più realistica imposta dai fatti dopo aver sbandierato lo slogan di Trump, “La cura non può essere peggiore del male”. Ma il male virus non perdona più le sue sbruffonate, col raddoppio dei contagi, ora sopra i 10.000 casi, e non è che l’inizio. Bolsonaro costretto ad allinearsi con il suo ministro della Salute Mandetta, che attualmente lo supera nei consensi popolari.

Instabile mentale

L’isolamento di Bolsonaro ha raggiunto il culmine con la sua decisione di opporsi alle misure di quarantena contro l’opinione di ministri, Congresso, buona parte della Corte suprema, i governatori e anche il suo vice Hamilton Mourão. Mentre il comando delle forze armate, nel timore che la situazione precipiti «invia segnali di preoccupazione ma nello stesso tempo ribadendo il proprio appoggio al presidente», annota Claudia Fanti.

Proprio per la pressione dei militari, Bolsonaro, martedì scorso in Tv, aveva accettato di assumere un tono più conciliante, la necessità di un ampio patto nazionale contro la crisi. «Ma era durata pochissimo. Già la mattina successiva, il sempre più instabile presidente era tornato alla carica attaccando nuovamente i governatori a proposito delle misure di contenimento». Solo pazzo o anche criminale?

Impeachement (o peggio) in portoghese?

Potere in mano ad una sorta di giunta militare guidata dal Generale Braga Netto. Una concentrazione di potere che permette all’esercito di ‘garantire lo Stato e le libertà democratiche’, e quindi anche «l’eventuale defenestrazione di Bolsonaro se dovesse continuare ad avere un comportamento controverso che potrebbe sollevare una protesta civile importante».

E mentre si discute ormai apertamente di rinuncia (di cui Bolsonaro non vuole però sentir parlare), di impeachment (che tuttavia, oltre ad avere tempi lunghi) e persino di interdizione per infermità mentale, leggiamo dal Manifesto che Bolsonaro si rifugia tra gli evangelici neo pentecostali, il suo elettorato più fedele, convocando per oggi un giorno di digiuno e preghiera affinché il Brasile «sia liberato da questo male». Molti paralleli anche italiani di misticismo decisamente sospetto.

 

Remocontro

REMOCONTRO

 

 

Brasile, verso il golpe contro Bolsonaro col virus in zucca

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.