B’tselem: 19 gazawi hanno perso un occhio a opera dei cecchini

0
141

tratto da: rete Italiana ISM

http://qudsnen.co/
26 febbraio 2020

Palestina occupata (QNN) – Il Centro di informazione israeliano per i diritti umani nei territori occupati – B’Tselem ha detto mercoledì che 19 manifestanti palestinesi a Gaza hanno perso uno dei loro occhi negli ultimi due anni a causa delle sparatorie israeliane agli occhi durante le proteste pacifiche settimanali vicino alla barriera di separazione a Gaza.

Malek Issa (8 anni). Colpito agli occhi dalle forze israeliane mentre stava lasciando la scuola in Cisgiordania.

Il centro ha dichiarato in un nuovo rapporto che in almeno altri due casi, i manifestanti hanno perso entrambi gli occhi.

Il rapporto ha aggiunto che oltre 200 manifestanti sono stati uccisi e altri 8000 sono stati feriti con munizioni vere. 2400 manifestanti sono stati feriti con proiettili di metallo rivestiti di gomma, mentre 3000 sono stati feriti con granate di gas lacrimogeni.

Ha aggiunto che l’assedio di 13 anni sulla striscia di Gaza ha causato gravi danni ai servizi medici. Il sistema medico è privo di molti farmaci e attrezzature. c’è anche una carenza di medici.

Tutto ciò spinge i gazawi feriti a dipendere semplicemente dal trattamento limitato disponibile a Gaza o provare a cercare trattamenti molto costosi all’esterno se hanno la possibilità di lasciare il paese con l’attraversamento del confine di Rafah, anche se ci sono dozzine di ospedali che forniscono molto bene servizi medici a pochi chilometri di distanza in Cisgiordania, a Gerusalemme e nella terra occupata.

“L’uso di misure di controllo della folla come armi letali, che possono provocare la morte o gravi lesioni, è stato una caratteristica della politica israeliana a fuoco aperto per quanto riguarda le manifestazioni lungo il recinto perimetrale di Gaza per quasi due anni”, ha confermato il rapporto. “Questa politica illegale e immorale trasmette disinteresse per la vita e l’integrità corporale dei palestinesi. Finché Israele persiste nell’attuarlo nonostante i risultati orribili, i manifestanti continueranno a essere uccisi e feriti gravemente. Il travaglio sofferto dai feriti, che devono ricevere cure e riabilitazione nella Striscia di Gaza mentre altre cure sono disponibili altrove, è un altro aspetto orribile della politica insensibile di Israele nei confronti dei residenti di Gaza “.

 

B’tselem: 19 gazawi hanno perso un occhio a opera dei cecchini

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.