Carlo Strenger : Netanyahu deve fermare l’uso politico della Shoah

LUNEDÌ 30 GENNAIO 2012

L’Olocausto è uno degli episodi più terribili dell’umanità , il più grande orrore che abbia colpito il popolo ebraico. Va ricordato e deve essere studiato.L’ Olocausto non deve, in alcun modo, essere utilizzato per scopi politici. Mai e da nessuno. E ‘ora che Benjamin Netanyahu  smetta  di usare l’Olocausto come una carta vincente per fini politici.In questo modo svilisce la Shoah  e ne  distorce il giudizio storico e politico.La scorsa settimana il mondo ha celebrato il settantesimo anniversario della conferenza di Wannsee dove  la soluzione finale della questione ebraica è stata formalmente decisa.  Questa la  reazione di Netanyahu: “Il governo israeliano ha il diritto, il dovere , la capacità di impedire l’eliminazione del popolo ebraico e dello  Stato ebraico ….La volontà di distruggere il popolo ebraico non è cambiata. Quello che è cambiato è la nostra capacità di difendere noi stessi e la nostra determinazione a farlo”.

Questo è il  tipo di retorica gonfiata che svilisce in ultima analisi l’Olocausto. Sì   più volte il regime iraniano ha minacciato  di cancellare  “L’entità sionista” dalla carta geografica. Sì, l’antisemitismo non è scomparso dal mondo. E ‘una delle tante forme maligne di pregiudizio creato dagli strati primitivi della mente umana.

Questo significa che il popolo ebraico è  a rischio di estinzione? Da Ehud Barak a Meir Dagan, uomini della sicurezza e militari  hanno, di volta in volta,  chiarito che anche se l’Iran dovesse ottenere la bomba, questo non metterebbe in pericolo l’esistenza di Israele.

L’antisemitismo in tutte le sue forme è da condannare. Ma è intellettualmente disonesto, moralmente scorretto  e politicamente inopportuno  continuare a ripetere che l’olocausto prossimo è dietro l’angolo .

E ‘intellettualmente disonesto, perché non vi è alcuna prova di ciò .Sì, è vero che ci sono nuove forme di antisemitismo, in particolare nel mondo islamico. Ma questo significa che gli ebrei sono in pericolo di estinzione? Robert Wistrich , probabilmente il più importante studioso  di anti-semitismo, continua a sostenere che dobbiamo essere vigili ,ma non pensa che l’Iran islamico o l’antisemitismo di oggi possa  o debba  essere confrontato con l’OlocaustoL’uso di Netanyahu della Shoah è moralmente scorretto .Egli suggerisce  di essere l’unico  salvatore del  popolo ebraico, mentre i suoi avversari politici non sono sufficientemente preoccupati per le minacce incombenti  ,implicitamente dichiarando che  solo la sua politica è  in grado di proteggere Israele. Ultimamente non solo i suoi avversari politici, come Tzipi Livni,ma anche membri della Likud   come Reuven Rivlin  lo hanno criticato proprio per questo La strategia  di Netanyahu è anche politicamente inopportuna. I politici europei , americani e diplomatici spesso esprimono fastidio per i costanti tentativi di Netanyahu di manipolare il mondo, generando sentimenti di colpa. I politici  europei sono ben consapevoli della Shoah e della responsabilità dei loro Paesi, non hanno bisogno che  ciò sia ricordato. Le  manipolazioni di Netanyahu non generano fedeltà ad Israele, anzi  allontanano gli amici.

L’Olocausto non è una proprietà privata per questo deve smetterla di usarlo per ottenere successi politici .

Carlo Strenger / Ahmadinejad, Netanyahu e l’Olocausto: L’etica della memoria

Israele e l’uso politico della Shoah – Frammenti vocali in MO:Israele …
Israel’s never-ending Holocaust
Netanyahu must stop misusing the Holocaust

Pubblicato da 14:09

Contrassegnato con i tag: ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam