27 mag 2017 L’interruzione del digiuno cominciato lo scorso 17 aprile è giunta dopo una trattativa nella prigione di Ashqelon durata 20 ore tra le autorità carcerarie e il leader di  Fatah Marwan Barghouti e altri scioperanti. Israele ha dovuto accettare alcune delle richieste palestinesi AGGIORNAMENTO ore 10.15 – ISRAELE: REINTRODOTTA LA SECONDA VISITA MENSILE […]

(0) Leggi i commenti o scrivi un commento

Posted on 25 maggio 2017 by Admin2 https://palsolidarity.org/2017/05/two-shot-in-hebron-as-israeli-forces-clash-with-protesters-during-general-strike/ I manifestanti palestinesi si sono battuti ieri a Hebron con i soldati israeliani e la polizia di frontiera, quando i palestinesi hanno dimostrato solidarietà con lo sciopero della fame dei prigionieri. Lo scontro è durato cinque ore, con le forze israeliane che utilizzano gas lacrimogeni, bombe sonore, […]

(0) Leggi i commenti o scrivi un commento

News – 25/5/2017   Betlemme-Ma’an. Mercoledì mattina due bambini palestinesi sono stati picchiati e arrestati dalle forze israeliane nel campo profughi di Aida, situato a nord di Betlemme, nella Cisgiordania occupata meridionale. I testimoni hanno riferito a Ma’an che le forze israeliane hanno invaso il campo a bordo di jeep militari alle 9.30, mentre gli […]

(0) Leggi i commenti o scrivi un commento
Voci in Primo Piano
  • Trump incontra il nuovo leader del mondo laico, Papa Francesco (0)

    27/5/17 • Primo Piano

    REDAZIONE 26 MAGGIO 2017   Di Robert Fisk 25 maggio 2017 Dopo due giorni trascorsi a fare lezione a decapitatori, dittatori, torturatori e ladri di terre, Donald Trump mercoledì ha finalmente incontrato una brava persona. Papa Francesco non ha chiesto un accordo di 100 miliardi di dollari (77,2 miliardi di sterline) per il Vaticano. Non […]

  • Dopo 40 giorni è terminato lo sciopero della fame dei detenuti palestinesi (0)

    27/5/17 • Primo Piano Strillo

    27 mag 2017 L’interruzione del digiuno cominciato lo scorso 17 aprile è giunta dopo una trattativa nella prigione di Ashqelon durata 20 ore tra le autorità carcerarie e il leader di  Fatah Marwan Barghouti e altri scioperanti. Israele ha dovuto accettare alcune delle richieste palestinesi AGGIORNAMENTO ore 10.15 – ISRAELE: REINTRODOTTA LA SECONDA VISITA MENSILE […]

  • Due ragazzi colpiti a Hebron mentre le forze israeliane si scontrano con i manifestanti durante lo sciopero generale (0)

    26/5/17 • Primo Piano Strillo

    Posted on 25 maggio 2017 by Admin2 https://palsolidarity.org/2017/05/two-shot-in-hebron-as-israeli-forces-clash-with-protesters-during-general-strike/ I manifestanti palestinesi si sono battuti ieri a Hebron con i soldati israeliani e la polizia di frontiera, quando i palestinesi hanno dimostrato solidarietà con lo sciopero della fame dei prigionieri. Lo scontro è durato cinque ore, con le forze israeliane che utilizzano gas lacrimogeni, bombe sonore, […]

  • Nel giorno della sua ‘riunificazione’, Gerusalemme è più divisa che mai (0)

    26/5/17 • Primo Piano

    25/05/2017, 13.39 Israeliani marciano per ricordare la presa dell’area est durante la Guerra dei sei giorni. Alcuni attivisti e palestinesi cercano di fermare la marcia, fermati dalla polizia. Scontri dentro e intorno alla Spianata delle moschee. Peace Now: usare il Monte del Tempio per motivi politici è un’altra form di colonizzazione, la maggioranza degli israeliani […]

  • Le forze israeliane picchiano e arrestano due bambini di ritorno da scuola (0)

    25/5/17 • Primo Piano Strillo

    News – 25/5/2017   Betlemme-Ma’an. Mercoledì mattina due bambini palestinesi sono stati picchiati e arrestati dalle forze israeliane nel campo profughi di Aida, situato a nord di Betlemme, nella Cisgiordania occupata meridionale. I testimoni hanno riferito a Ma’an che le forze israeliane hanno invaso il campo a bordo di jeep militari alle 9.30, mentre gli […]

  • L’imperatore visita le province. (0)

    25/5/17 • Primo Piano Ultima ora

    25/05/2017 DI ROSARIO CITRINITI   MAY 24, 2017 BY MIKO PELED   Israele respira un sospiro di sollievo, mentre Trump lascia la regione  e senza una proposta di  “accordo”  gli permette di continuare a uccidere, trasferire, arrestare e torturare i palestinesi, prendere la loro terra e l’acqua per darli agli ebrei. La visita di Trump a Gerusalemme […]

Newsletter BoccheScucite Num. 202 del 1 novembre 2014

Gerusalemme “a ferro e fuoco” (0)

3/11/14 • Editoriale Numero 202

In queste ore, nell’indifferenza del mondo, la Città Santa sta esplodendo. L’espressione “mettere a ferro e fuoco”, nel vocabolario, sembra proprio richiamare ciò che lo stato d’Israele ha permesso da decenni che accadesse attraverso due categorie particolari di suoi cittadini: i coloni e i religiosi ultraortodossi. Mettere “a ferro e fuoco” = attaccare, devastare, predare, […]

Voci ed Esperienze

Voci per dar voce