Archivio della Categoria: ‘ Hanno detto ’ rss

  • ISRAELE “POTENZA OCCUPANTE”? Sì ma non si può dire! (1)

    2/11/16 • Hanno detto Numero 223

    di Moni Ovadia Le parole sono importanti! sentenziava Nanni Moretti in una scena da culto di una sua memorabile pellicola, dando ratifica all’affermazione con un sonoro ceffone vibrato ad una giornalista colpevole di esprimersi con un eloquio mediocre ed improprio. Dal tempo di quell’accorato grido di dolore del geniale cineasta molta acqua è passata sotto […]

  • Geries Khoury. Un uomo che ha lasciato un vuoto difficile da colmare (0)

    7/9/16 • Hanno detto Numero 222

    di P. Rafiq Khoury, sacedote palestinese Geries Sa’ed Khoury, presidente del centro Al-Liqa, è nato in Galilea nel 1952 ed è morto improvvisamente a Roma, il mattino del 3 gennaio 2016, nella Piazza di San Pietro. La sua morte in tali circostanze è stata un fulmine a ciel sereno per i suoi familiari, conoscenti, amici […]

  • L’acqua: l’unica questione che mette in difficoltà Israele di Amira Hass (0)

    10/7/16 • Hanno detto Numero 221

    L’acqua è l’unica questione che mette (ancora) in difficoltà Israele con il pretesto della sicurezza e di Dio. I portavoce israeliani hanno pronte tre risposte da utilizzare quando rispondono alle domande sulla carenza d’acqua nelle città palestinesi della Cisgiordania, che emerge chiaramente rispetto al pieno soddisfacimento idrico delle colonie: 1) Le condutture palestinesi sono vecchie […]

  • Criticare Israele non è antisemita. Finalmente. (0)

    2/5/16 • Hanno detto Numero 220

    di Rami Khouri Il New York Times non è solo il più apprezzato quotidiano degli Stati Uniti, ma anche una sorta di apripista delle tendenze intellettuali e politiche del paese. È quindi un fatto degno di nota che il 4 aprile la rubrica Room for debate (Spazio al dibattito) presentasse cinque diverse opinioni in risposta […]

  • Eternamente profughi (0)

    22/2/16 • Hanno detto Numero 219

    Anche questa breve riflessione di Koury sul dramma dei profughi è affascinate e lacerante nella sua chiarezza. Grazie fratello Geries, che auspichi che i palestinesi cittadini di Israele come “possano andare almeno a riposare da morti nella loro terra”! Eternamente profughi Nel 1948, attraverso una “catastrofe” che mai si potrà dimenticare, migliaia di palestinesi sono […]

  • Shuafat: l’inferno è a Gerusalemme (0)

    31/12/15 • Hanno detto Numero 218

    “Migliaia di soldati israeliani hanno invaso anche ieri alle dodici, carissimi amici di BoccheScucite, il nostro campo profughi di Shu’fat. Non ci crederete se vi diciamo che stavolta l’incursione è stata davvero enorme: Più di 1.200 soldati israeliani, accompagnati dalla polizia israeliana, ha fatto irruzione nel piccolo campo -sigillato dalle forze di sicurezza fin dal […]

  • A Napoli la Giornata Onu per la Palestina 2015 (0)

    16/11/15 • Hanno detto Numero 217

    Tutti a Napoli sabato 28 Novembre 2015 per la Giornata ONU! Undici anni fa partiva la Campagna Ponti non Muri, lanciata da Pax Christi esortata dal grido che veniva da Betlemme dove cominciavano i lavori per la costruzione del muro sulla strada per Gerusalemme. Il muro della separazione o della vergogna, a seconda di che […]

  • Il sangue di un israeliano è più rosso di quello di quello di un palestinese? di Gideon Levy (0)

    7/10/15 • Hanno detto Numero 216

    Sulla strada per Elon Moreh, nei pressi del bivio di Beit Furik, Naama e Eitam Henkin sono stati uccisi nella loro auto nella notte di giovedi davanti ai loro figli. E’ stato un crimine scioccante. Sulla strada per Elon Moreh, nei pressi del bivio di Beit Furik, Ahmed Khatatbeh è stato colpito a morte nella […]

  • Ruspe in azione, il muro israeliano arriva tra le famiglie cristiane di Betlemme (0)

    1/9/15 • Hanno detto Numero 215

    di Daniele Biella Don Mario Cornioli, 44 anni, proveniente da Fiesole, Toscana, si è presentato presto, attorno alle 8 di mattina, al posto di blocco dell’esercito israeliano. Al suo fianco, il parroco locale di Beit Jala, padre Aktam, con in mano un’effigie della Madonna e, a voce, la richiesta di concelebrare messa poco più in […]

  • Sentenza capovolta: sì al Muro a Cremisan (0)

    10/7/15 • Hanno detto Numero 214

    Sconcerto e imbarazzo in tutta la Cisgiordania, dalle strade di Betlemme ai palazzi del Patriarcato Latino. A soli tre mesi dallo storico verdetto finale con cui la Corte Suprema israeliana, il 2 aprile del  2015, dopo nove anni di battaglia legale, rinunciava  al progetto del Muro, giudicato dalla stessa Corte come “dannoso per la popolazione […]