CINQUECENTO MORTI NEL NOSTRO MARE DA INIZIO ANNO, MA COSA RACCONTEREMO ALLE GENERAZIONI FUTURE?

0

Pubblicato 

DI LUCA SOLDI

Cosa racconteremo, cosa ci inventeremo per nascondere quello che sappiamo. Cosa potremo inventare per nascondere ai nostri figli, ai nostri nipoti che non abbiamo fatto niente per impedire quanto accadesse?

Cosa penseranno quando ci chiederanno a cosa pensavamo, a cosa eravamo impegnati per aver reso possibile tutto ciò ?

Anche quando chiederanno del traguardo che abbiamo raggiunto oggi, i nostri occhi avranno il coraggio di incrociarsi con i loro?

Si perché, oggi abbiamo saputo che 500 migranti e rifugiati hanno perso la vita nel Mediterraneo dall’inizio dell’anno.

Sono morti mentre tentavano disperatamente di raggiungere l’Europa. Il dato ce lo ha comunicato oggi l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), ma non occorre sforzarsi troppo, basta cercare.

Basta non farsi condizionare dalla politica al governo per capire che dietro odio e paura ci sono sentimenti opposti.

Sentimenti che a quanto pare non sono troppo di moda.

Cose tipo la solidarietà, la considerazione per gli altri, il sentimento di umanità, di carità.

Cose superate al tempo in cui pare comandare solo il proprio io.

Cose superate perché, come vediamo intorno a noi, adesso la pacchia può essere finalmente solo nostra.

Tornando ai numeri, a quelle cifre che nascondono persone, sogni e speranze si legge che i decessi registrati sulle tre principali rotte del Mediterraneo nei primi 142 giorni del 2019 sono saliti a 512, in calo rispetto ai 638 morti confermati nello stesso periodo nel 2018, ma pari ad oltre la metà dei quasi 1.000 decessi di migranti che hanno potuto essere registrati nel 2019 a livello mondiale.

Ma le vittime di quest’anno potrebbero però essere anche di più, considerata la scomparsa imposta dalle istituzioni delle navi delle Ong dalle acque al nord della Libia: molte tragedie si sono consumate senza che se ne abbia avuta informazione, o peggio, con le informazioni mirabilmente nascoste per farci stare sereni.

nella foto, la pacchia…

 

 

CINQUECENTO MORTI NEL NOSTRO MARE DA INIZIO ANNO, MA COSA RACCONTEREMO ALLE GENERAZIONI FUTURE?

https://www.alganews.it/2019/05/26/cinquecento-morti-nel-nostro-mare-da-inizio-anno-ma-cosa-racconteremo-alle-generazioni-future/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.