CISGIORDANIA, UCCISI CINQUE COLONI ISRAELIANI

Un palestinese è penetrato in una casa dell’insediamento colonico di Itamar, vicino Nablus, e ha ucciso padre, madre e tre figli. Finora non è giunta alcuna rivendicazione. Tre villaggi palestinesi messi sotto coprifuoco.

Gerusalemme, 12 marzo 2011, Nena News  (foto dal sito www.haaretz.com

– Un  palestinese (forse due) e non un commando come era sembrato in un primo momento, è riuscito a introdursi ieri sera nella colonia israeliana di Itamar, nei pressi di Nablus, e ha ucciso a coltellate un uomo, la moglie, e i loro tre figli (11 e 3 anni, il terzo aveva pochi mesi). L’attacco è avvenuto verso le 10 di sera, ora locale. Ma l’allarme è stato dato solo tre ore dopo, quando la figlia maggiore è tornata casa dopo aver visitato amici. In quel lasso di tempo l’attentatore è riuscito a dileguarsi, forse in direzione di Nablus. Per tutta la nottata l’esercito israeliano ha condotto rastrellamenti nei villaggi palestinesi circostanti, tre dei quali sono stati messi sotto coprifuoco. Da parte palestinese non è giunta finora alcuna rivendicazione.

E’ all’ordine del giorno a sud di Nablus la tensione tra i contadini palestinesi e i coloni di Itamar, una delle roccaforti dell’ultranazionalismo israeliano. Lo scorso anno in quella zona si sono registrati scontri tra le due parti e raid di coloni contro moschee ed abitazioni palestinesi in rappresaglia per la decisione del governo del premier israeliano Netanyahu di osservare, per dieci mesi, una limitata moratoria sulle costruzioni negli insediamenti colonici su pressione degli Stati Uniti. Nena News

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam