Coloni illegali celebrano Purim dopo l’assassinio a sangue freddo di giovani palestinesi

0
268

24 marzo 2016 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron, Cisgiordania occupata
Il 24 marzo i coloni israeliani degli insediamenti illegali nella parte occupata di al-Khalil (Hebron) hanno celebrato la festa di ‘Purim’. I coloni hanno marciato attraverso la città vecchia di al-Khalil, partendo dal punto in cui solo poche ore prima, le forze israeliane hanno freddato due giovani palestinesi e poi giustiziato uno di loro a sangue freddo.

COLONI

Al mattino, le forze israeliane hanno sparato e ferito gravemente due giovani palestinesi nel quartiere di Tel Rumeida e poi li hanno lasciati stesi a terra gravemente feriti, mentre i medici israeliani stavano preoccupandosi di un soldato israeliano leggermente ferito. Le ambulanze palestinesi, che non sono autorizzate ad entrare su questa strada che è solo per i coloni, hanno avuto impedito dalle forze israeliane il raggiungere i giovani feriti palestinesi. In un video pubblicato da B’Tselem, un soldato è chiaramente visto mentre spara a uno dei giovani alla testa a bruciapelo, anche se è disteso a terra e non è una minaccia per nessuno.
Solo poche ore dopo questa esecuzione extragiudiziale, i coloni hanno iniziato la loro marcia gioiosa, vestiti in costume, con musica mandata da un autobus, ballando nello stesso punto in cui i due palestinesi sono stati uccisi a sangue freddo.

Il corteo di coloni ha poi proceduto verso la parte bassa di Shuhada Street, dove si trovano i principali insediamenti illegali israeliani nel cuore della città, prima di girare verso la moschea Ibrahimi. Shuhada Street, ad eccezione di una piccola striscia, è stata completamente chiusa per i palestinesi, che non sono autorizzati a camminare  lì – a differenza dei coloni illegali che possono camminare e guidare. Quando il corteo ha raggiunto la vicinanza della moschea Ibrahimi , le forze israeliane hanno iniziato chiudendo la zona per tutti i palestinesi, spingendo fisicamente indietro i bambini dietro le barriere e impedendo ai palestinesi di accedere alla zona, anche se erano residenti, al fine di creare uno spazio libero dai palestinesi perchè le celebrazioni dei coloni potessero avere luogo.

Settler children. One drinking wine, one holstering a machine gun and another aiming a pistol at onlookers

i bambini dei coloni. Uno beve vino, uno ha  una mitragliatrice a tracolla e un altro punta una pistola sugli spettatori

Israeli settlers celebrating while Palestinians are denied walking down the street

coloni israeliani celebrano mentre ai palestinesi viene negato di camminare per strada

Palestinians and Internationals are not allowed to pass

Palestinesi e internazionali non sono autorizzati a passare

Uno dei coloni, tra cui molti erano vestiti in costume, è stato visto con una camicia disegnata con un pugno alzato su uno sfondo giallo, che è il simbolo della ‘Kach’, un gruppo di estremisti coloni fondamentalisti israeliani, considerato un gruppo terroristico anche da parte del governo israeliano. Il partito è stato fondato da Meir Kahane, che ha pubblicamente chiesto l’espulsione dei palestinesi e la fine delle relazioni culturali tra studenti ebrei e palestinesi. Martedì scorso, due giorni prima, durante le celebrazioni per la stessa festa, gli altoparlanti della moschea Ibrahimi erano utilizzati per la trasmissione di discorsi di odio che chiedevano l’espulsione dei palestinesi di al-Khalil.

Israeli settlers with a Kahane-shirt (settler in the middle)

coloni israeliani con la Kahane-shirt (colono nel mezzo)

Uno dei bambini  coloni  ballando sopra un autobus stava giocando con una pistola. Anche se la polizia se ne è resa conto, semplicemente gli ha  preso l’arma – ma poi gliela ha data di nuovo. Se un palestinese di qualsiasi età fosse stato visto con qualcosa di simile a un’arma, alla persona avrebbero probabilmente sparato immediatamente.
IMG_1662
Le celebrazioni dei coloni continuano ad andare avanti ininterrottamente con le forze israeliane che si assicurano che i palestinesi non attraversino la strada dei coloni, costringendoli a rimanere indietro, procedendo anche alla chiusura del check point Ibrahimi Mosque per garantire che nessuno potesse nemmeno avvicinarsi.

Palestinian civilians stopped by Israeli forces after they opened the street for Palestinians again while settlers freely pass the checkpoint

civili palestinesi fermati dalle forze israeliane anche dopo che hanno aperto la strada per i palestinesi di nuovo mentre i coloni passano liberamente il posto di blocco

Le forze israeliane hanno utilizzato anche il tetto di una casa palestinese in prossimità della moschea come punto di vedetta. Questo è solo un altro piccolo esempio di impunità per la supremazia di cui godono i coloni  con il sostegno attivo delle forze israeliane, mentre i palestinesi sono sistematicamente umiliati, oppressi e uccisi a sangue freddo sotto l’occupazione militare israeliana.

 

 

 

 

http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2016/03/25/coloni-illegali-celebrano-purim-dopo-lassassinio-a-sangue-freddo-di-giovani-palestinesi/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.