Coloni intimidiscono pastori palestinesi ed attaccano osservatori internazionali

0
Friday 29 July 2011
COMUNICATO STAMPA

Il 27 giugno, alle 9.15 circa, quattro coloni dell’insediamento di Havat Ma’on a viso coperto, armati di sassi ed una spranga di ferro, intimidiscono tre pastori palestinesi ed attaccano due osservatori internazionali. I coloni hanno tirato pietre contro gli internazionali ed hanno colpito uno di loro alla testa con una spranga di ferro.

I pastori palestinesi stavano pascolando i loro greggi in terra  palestinese vicino la collina di Mesheha, quando quattro coloni a viso  coperto li hanno attaccati. I pastori sono riusciti a lasciare l’area ma  i coloni hanno attaccato gli internazionali (un membro dei Christian  Peacemaker Team ed un ospite in visita).

I coloni hanno danneggiato la videocamera del volontario dei CPT ed  hanno forzato gli internazionali a ritornare verso il villaggio di  At-Tuwani. Il volontario dei CPT è stato portato all’ospedale e medicato  con otto punti di sutura alla testa.

Christian Peacemaker Team e Operazione Colomba hanno già documentato sei  episodi dal 22 giugno 2011, in cui i coloni dell’avamposto di Havat  Ma’on hanno attaccato palestinesi ed internazionali vicino la collina di  Mesheha.
Operazione Colomba e Christian Peacemaker Teams mantengono una presenza  costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di  Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: http://bit.ly/pUVhUE

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione  dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni  ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi  Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche  secondo la legge israeliana.]

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.