Comunicato stampa su NAWAL SOUFI del Gruppo Attivisti/e Nord-Sud – (2 ARTICOLI)

0
327

tratto da: PRESSENZA.COM

05.02.2020 – Redazione Torino

È la notte delle spedizioni punitive. In questo momento un gruppo di fascisti e abitanti dell’isola di Lesbo hanno tentato di entrare e aggredire i rifugiati dentro il campo di Kara Tepe. Qualsiasi migrante viene visto per strada viene massacrato di botte. Io sto lasciando l’ambulatorio dopo aver fatto la medicazione delle ferite e mi sto dirigendo verso il campo per cercare di documentare questa ennesima violenza nei confronti di esseri umani inermi.

La notte del 4 febbraio, l’attivista Nawal Soufi è stata picchiata da una cinquantina di giovani greci e la sua auto gravemente danneggiata da un gruppo di abitanti di Moria, a Lesbo, sotto gli occhi della polizia.

Fortunatamente Nawal non era sola, tre ragazzi del campo che erano con lei hanno cercato come potevano di farle scudo con il loro corpo.

Gli agenti sono intervenuti solo all’ultimo e le hanno esplicitamente detto che la sua presenza non è gradita nell’isola. Nawal ha dovuto andare in ospedale a farsi medicare le ferite.

Altri migranti, fra cui una ragazza afgana, sono stati brutalmente aggrediti da bande di fascisti nella zona intorno ai campi di Moria e di Kara Tepe, non lontano dal capoluogo Mytilene.

La tensione nell’isola è salita a livelli altissimi per il sovraffollamento, la mancanza di prospettive, la totale assenza di assistenza e cure alla popolazione dei migranti e anche in seguito delle politiche adottate dal governo e in generale dagli Stati Europei.

Data la situazione esplosiva all’interno del campo, si sono susseguite manifestazioni di protesta, brutalmente represse dalla polizia.

Le proteste a Lesbo continueranno, nonostante la repressione della polizia di ieri, nonostante il gas, le minacce, i blocchi, gli arresti; nonostante al campo ieri non sia arrivato cibo e acqua e le bancarelle siano state chiuse per motivi di ordine pubblico.

Esprimiamo la nostra totale solidarietà e pieno appoggio a Nawal e condanniamo fermamente questi atti violenti, nonché l’indifferenza della polizia greca che permette che i gruppi di fascisti agiscano indisturbati.

Gruppo Attivisti/e Nord-Sud

Adesioni:
Carovane Migranti
Movimento Civile Umani per R-esistere Firenze
Move To Resist
Federazione del Sociale USB Sicilia
Solidarietà siriani liberi in Italia
Presidio Solidale Torino

Comunicato stampa su Nawal Soufi del Gruppo Attivisti e/Nord-Sud

…………………………………………………….

tratto da: PRESSENZA.COM

Ancora un’aggressione squadrista a Moria

06.02.2020 – Redazione Italia

 

Ultima ora.

Nawal Soufi, attivista per i diritti civili,  denuncia un altro attacco messo in atto da squadristi al campo di Moria in  Grecia, nell’isola di Lesbo

“Urgente urgente urgente

Un’altra aggressione fascista in questo momento nei pressi del campo Moria.
Un ragazzo palestinese e’ stato massacrato di botte da parte di una decina di fascisti armati di spranghe e tanto odio.

Nawal Soufi

 

Risultato immagini per nawal soufi

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.