Contadini palestinesi completano l’aratura nonostante le intimidazioni dei coloni

Posted by operationdove under: Comunicati stampa; South Hebron Hills .

22 gennaio 2011

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

Colline a sud di Hebron, 22 gennaio 2011

At-Tuwani – Sabato 22 gennaio, contadini palestinesi arano con successo terre nella valle di Khoruba, nonostante pesanti interferenze e tenativi di aggressione da parte dei coloni del vicino insediamento di Ma’on.

Nelle prime ore della mattina, poco dopo le otto, una ventina di contadini di At-Tuwani hanno iniziato a seminare ed arare i campi situati nella vicina valle di Khoruba, proprio sotto l’avamposto illegale di Havat Ma’on . Dopo pochi minuti sono accorsi cinque coloni dallo stesso avamposto che si sono posizionati davanti e sopra ai trattori, cercando di impedire ai contadini di proseguire. La tensione è salita con l’arrivo di altri coloni che sono sopraggiunti per occupare fisicamente le terre che i palestinesi stavano lavorando. Tale situazione ha portato a qualche contatto fisico nel tentivo di bloccare i coloni per lasciare libero il passaggio dei trattori.

Soldati e Border Police, accorsi dopo circa trenta minuti, pur allontanando i coloni dai trattori, hanno ulteriormente dilazionato la ripresa dei lavori, trattenendo i documenti a tre contadini per circa un’ora e chiedendo l’intervento del DCO. Alle 9.30 personale del DCO ha confermato il diritto dei palestinesi a lavorare quei campi ma la Border Police ha preteso che i Palestinesi non direttamente impegnati nei lavori, gli internazionali e gli attivisti pacifisti presenti, si allontanassero dall’area prima di autorizzare i trattori a terminare l’aratura.

Alcuni giovani coloni si sono spostati in un’area circa un kilometro più a sud dove hanno aggredito un pastore ed il suo gregge lanciando pietre e hanno cercato di bloccare i lavori di aratura anche in quella zona. Anche qui è intervenuta la Border Police che ha allontanato i coloni dall’area.

La polizia ha convocato uno dei contadini palestinesi alla stazione di polizia di Kyriat Arba per raccogliere una testimonianza in seguito alla denuncia di una colono per aggressione. Il palestinese è stato poi rilasciato nel tardo pomeriggio per insufficienza di prove.

Durante la mattinata, una delegazione con quattro membri del Parlamento Britannico, ha visitato la zona prendendo parte all’azione. Hanno dialogato sia con i Palestinesi presenti sul campo, che con la poilizia ed i coloni.

Negli ultimi 5 anni, attraverso una serie di azioni nonviolente, Palestinesi di Yatta e At Tuwani hanno coltivato con successo terre che erano diventate inacessibili a causa della violenza dei coloni nazional-religiosi, riaffermando così il loro diritto alla terra ed alla sicurezza alimentare.

Operazione Colomba e Christian Peacemaker Teams mantengono una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: goo.gl/zqaGY

Per informazioni:

Operazione Colomba,

Christian Peacemaker Teams

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam