Coprifuoco, molestie e irruzioni, per la festa di Purim

0
107

14 marzo 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil teaml | Hebron, Palestina occupata

Il 12 marzo 2017 coloni israeliani ha  no molestato e minacciato i palestinesi e hanno tentato di irrompere nell’asilo di Shuhada Street, mentre il quartiere Tel Rumeida nella occupata al-Khalil (Hebron) è stato messo sotto coprifuoco per i palestinesi in modo che i coloni potessero festeggiare il Purim indisturbati da una presenza palestinese.

Come in ogni occasione di festa celebrata dagli insediamenti illegali, i palestinesi hanno dovuto aspettarsi ancora maggiori restrizioni rispetto al solito alla loro libertà di movimento e ai loro diritti umani (quasi inesistenti anche nei giorni normali).

IMG_1444-600x450

coloni marciano attraverso Shuhada Street mentre i palestinesi sono sotto coprifuoco virtuale

Verso le 11 del mattino e senza alcun preavviso, le forze israeliane hanno chiuso il posto di blocco di Shuhada Street, il punto di accesso principale per i palestinesi nel quartiere Tel Rumeida, lasciando molti palestinesi bloccati al di fuori del posto di controllo e non più in grado di tornare a casa. Questo è stato in sostanza il coprifuoco, dato che i palestinesi già all’interno del posto di blocco non potevano lasciare le loro case per paura di attacchi da parte dei coloni.

bambino colono vestito come un soldato occupante

Centinaia di coloni hanno marciato dall’illegale insediamento in Tel Rumeida verso la moschea di Ibrahim in Shuhada Street, mentre le forze israeliane hanno fatto sì che i coloni non dovevano vedere neanche un singolo residente locale palestinese sulla loro strada. La scuola materna e la Qurtuba di Shuhada Street non hanno potuto rinviare i loro studenti a casa, poichè i soldati hanno negato loro il passaggio e la strada che dovevano percorrere era completamente bloccata dai coloni, che hanno una storia di molestie e attacchi ai bambini palestinesi. Le forze israeliane hanno anche occupato un tetto di una famiglia palestinese in Shuhada Street, al fine di assistere alla processione dei coloni in costume.

Un gruppo di coloni, tra cui l’infame e violento Ofer Yohana, è apparso sulla porta dell’asilo e ha cercato di entrare, mentre i bambini stavano ancora giocando. A questa confusione i bambini dell’asilo sono venuti fuori solo per vedere i bambini dei coloni che cercavano di scalare la recinzione che dovrebbe proteggere la scuola materna. Allo stesso tempo, gli adulti coloni hanno iniziato a bussare alla porta dell’asilo e stavano cercando di aprirlo, insultando e urlando ai palestinesi all’interno. Invece di fermare questo attacco, le forze israeliane hanno tentato di impedire che i palestinesi e gli internazionali facessero riprese dell’incidente. Solo dopo più di un’ora di guardare pigramente i coloni che molestavano, insultavano e verbalmente abusavano dei palestinesi (vedi un video: difensori dei diritti umani) e tentavano di irrompere nella scuola materna, le forze israeliane presenti alla scena, infine, assicuravano che i coloni si allontanassero per permettere ai bambini il ritorno a casa.

coloni in arrampicata sul recinto protettivo della scuola materna

 

 

http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2017/03/15/8767/

 

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE