COVID-19. GAZA SENZA KIT E REAGENTI PER I TAMPONI

0
239

tratto da: http://nena-news.it/covid-19-gaza-senza-kit-e-reagenti-per-i-tamponi/

06 ott 2020

Il ministero della salute non è in grado di eseguire il numero di test necessario per contenere la diffusione del contagio. Fermo da giorni uno dei soli due laboratori in grado di analizzare i tamponi. Sullo sfondo la condizione di Gaza da 13 anni sotto blocco israeliano

Controllo della temperatura a Gaza (Foto: Gazapost)

Controllo della temperatura a Gaza (Foto: Gazapost)

di Michele Giorgio

Gerusalemme, 6 ottobre 2020, Nena News – A cinque settimane dall’inizio del contagio tra la popolazione – dopo mesi con poche decine di casi positivi, tutti di rientro dall’estero – Gaza tenta con tutte le sue forze di contenere la pandemia e di evitare una catastrofe.

Le scuole, le moschee, le sale da matrimonio e altre strutture pubbliche rimangono chiuse così come i ristoranti e molti negozi non essenziali. Ed è in vigore il coprifuoco notturno dalle 22 alle 8. La popolazione fa la sua parte. È raro vedere qualcuno senza mascherina all’aperto. La paura è diffusa, nonostante il bilancio totale dei decessi causati dal Covid-19 resti contenuto (22) e i casi positivi registrati sino ad oggi siano solo 3075 su una popolazione di oltre due milioni di abitanti.

Gli abitanti si rendono conto che un contagio di massa a Gaza porterebbe al collasso il fragile sistema sanitario, reso più debole dalla carenza cronica di medicinali salvavita e di apparecchiature mediche. Sono solo poche decine le unità di terapia intensiva disponibili nella Striscia e gli ospedali stentano ad adeguarsi ai protocolli stabiliti dall’Oms, per mancanza di risorse e di personale medico e paramedico specializzato.

Il numero relativamente esiguo di positivi inganna. Occorrerebbe effettuare un numero di tamponi decisamente più alto per avere un quadro più aderente alla realtà del contagio. Ed aprire altri laboratori per esaminare i test. Gaza però non può permetterselo e la scorsa settimana il ministero della salute ha annunciato che uno dei due laboratori attrezzati per il coronavirus non è più operativo.

«Soffriamo una carenza del 50% dei materiali per i laboratori che non ci permette di rispondere in modo adeguato alle urgenze dettate dalla diffusione del coronavirus», ha avvertito un portavoce del ministero. Più di tutto, ha aggiunto da parte sua il dottor Ayman Halabi, direttore dei servizi di urgenza, in questo momento scarseggiano i kit ed i reagenti per effettuare i tamponi: «Ci mancano le cose basilari per individuare i positivi al virus e isolare le persone con cui sono stati in contatto».

Si stanno esaurendo i circa 30mila tamponi e reagenti consegnati di recente dall’Oms e Gaza non sa dove reperirne altri in tempi stretti. Da Ramallah l’ufficio centrale del ministero della sanità, alle prese con la diffusione del coronavirus in Cisgiordania, stenta a garantire le richieste che arrivano dalla Striscia. Nena News

 

 

http://nena-news.it/covid-19-gaza-senza-kit-e-reagenti-per-i-tamponi/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.