Due ragazzi colpiti a Hebron mentre le forze israeliane si scontrano con i manifestanti durante lo sciopero generale

434

I manifestanti palestinesi si sono battuti ieri a Hebron con i soldati israeliani e la polizia di frontiera, quando i palestinesi hanno dimostrato solidarietà con lo sciopero della fame dei prigionieri. Lo scontro è durato cinque ore, con le forze israeliane che utilizzano gas lacrimogeni, bombe sonore, proiettili in acciaio rivestiti di gomma e munizioni letali per disperdere i manifestanti. Sono stati colpiti due ragazzi di 15 e 20 anni, con molti altri arrestati.

IMG_5806-600x400Gli scontri sono cominciati poco dopo mezzogiorno, mentre i soldati israeliani erano usciti dal check point di Shuhada street per disperdere i giovani palestinesi, che stavano tirando pietre contro le porte del checkpoint.

I soldati sono stati insolitamente rapidi per iniziare a sparare pallottole in acciaio rivestito di gomma, con un ragazzo di 15 anni che è stato colpito alla testa all’entrata del mercato alle 13. Il ragazzo è stato portato all’ospedale con un’auto vicina.

I giovani palestinesi evitano i proiettili di gomma con uno schermo di fumo e una barriera di legno

Nonostante l’uso di gas lacrimogeni, proiettili in acciaio gommato e munizioni da guerra, ci sono volute 5 ore per le forze israeliane per liberare l’area dai giovani palestinesi che avevano solo sassi.

I soldati hanno ripetutamente aggredito i giornalisti che seguivano lo scontro. Uno si vantava di aver iniziato a sparare pallottole di acciaio rivestito di gomma e non aveva ancora “mangiato il suo pranzo”.

Alle 14.30, un uomo palestinese di 20 anni è stato colpito a una gamba con munizioni letali e successivamente portato di corsa in ospedale.

Dopo una breve pausa, i soldati hanno ripreso il loro assalto alle 15 e 30, passando per la stazione di servizio Bab al-Zawiya per sparare gas lacrimogeni, bombe sonore e  proiettili di acciaio rivestiti di gomma ai manifestanti.

Gli  israeliani hanno assalito i manifestanti nel centro di Hebron

Molti adolescenti sono stati arrestati durante gli scontri, e alcuni successivamente dato che i soldati sembravano essere molto interessati ai bambini.


Un adolescente è stato ripreso mentre veniva picchiato in strada da soldati israeliani che lo trascinavano verso Shuhada street.

Gli scontri si sono verificati dopo una dimostrazione in solidarietà con lo sciopero della fame dei prigionieri. 1.500 prigionieri palestinesi sono attualmente in sciopero della fame nelle carceri israeliane, dopo aver rifiutato il cibo dal 17 aprile. Negli ultimi giorni circa 70 prigionieri sono stati spostati in ospedali civili a causa di condizioni di salute “gravemente deteriorate”. Il numero di prigionieri a grave rischio di morte dovrebbe aumentare rapidamente, con molti che ora si rifiutano di bere anche acqua.

Le manifestazioni si sono verificate nello stesso giorno in cui i palestinesi hanno tenuto uno sciopero generale a sostegno dei prigionieri. Secondo gli organizzatori dello sciopero, è stato il primo sciopero generale dalla prima intifada con la partecipazione sia dei palestinesi che vivono a casa che quelli della diaspora.

http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2017/05/25/due-ragazzi-colpiti-a-hebron-mentre-le-forze-israeliane-si-scontrano-con-i-manifestanti-durante-lo-sciopero-generale/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.