E I SOLDATI STANNO A GUARDARE: I coloni attaccano, ferita una bambina palestinese di sei anni

269

lunedì 23 marzo 2015
immagine1

Coloni in Cisgiordania hanno attaccato una bambina palestinese di sei anni con pietre nelle Hebron Hills del Sud sabato, ferendola alla testa, secondo la ONG israeliana per i diritti umani B’Tselem .

By Edo Konrad |Published March 21, 2015

La bambina è stata ferita dopo che un gruppo di coloni mascherati le ha gettato pietre vicino all’ingresso dell’avamposto illegale di Havat Maon, ha detto B’Tselem. E ‘stata anche leggermente ferita alla gamba mentre tentava di fuggire. B’Tselem ha riferito che la polizia israeliana ha portato la bambina e il padre ad una stazione locale per presentare un reclamo, e che è stata trattata in una clinica locale per le sue ferite. La polizia sta attualmente cercando i sospetti.

Gli attacchi da parte dei coloni contro i civili palestinesi sono un evento di quasi tutti i giorni attraverso la Cisgiordania occupata. Mentre i palestinesi stessi sono spesso oggetto della violenza dei coloni, le case palestinesi, le proprietà e le fonti di reddito sono anche costantemente a rischio. Proprio tra il 10-15 Marzo, OCHA ha registrato sette attacchi da parte dei coloni israeliani ai palestinesi o alle loro proprietà. Ciò ha incluso l’aggressione fisica e il ferimento di due uomini a Hebron e Gerusalemme Est; lo sradicamento di 72 alberi di olivo in At-Tuwani e Al Khader; e atti di vandalismo a quattro veicoli e a diversi serbatoi d’acqua.

Secondo il gruppo per i diritti umani Yesh Din, tra gli anni 2005-2013 solo l’8,5 per cento delle indagini nei confronti di coloni israeliani sospettati di lesioni ai palestinesi e alle loro proprietà si è concluso in accusa. Nella stragrande maggioranza dei casi, gli investigatori non hanno semplicemente individuato i trasgressori o raccolto prove sufficienti per il procedimento penale. Se la storia recente è una guida, la probabilità che i coloni che hanno attaccato la bambina si trovino è estremamente bassa.

E mentre la polizia e l’esercito sono considerati i due organismi incaricati di proteggere la popolazione civile palestinese, spesso proteggono i coloni o porgono l’altra guancia di fronte alla loro violenza.

I coloni di Havat Maon – un avamposto al confine dell’insediamento già consolidato di Maon – sono noti per la loro violenza contro i villaggi circostanti di At-Tuwani e Tuba. Ho visitato la zona a lungo con attivisti di Ta’ayush in un viaggio di solidarietà nei primi mesi del 2011; abbiamo programmato di ripiantare centinaia di alberi che erano stati abbattuti solo pochi giorni prima, molto probabilmente dai coloni di Havat Maon.

Quando siamo arrivati, accompagnati da soldati israeliani, i coloni hanno preso immediatamente la loro strada verso il luogo in cui stavamo lavorando. I confronti sono cominciati appena hanno cominciato a urlare “puttana!” ad una donna anziana che stava cercando di raccogliere le erbacce, e sono continuati quando hanno tentato di attaccare alcuni dei locali che erano con noi. Ad un certo punto, un colono più vecchio si avvicinò e mi disse che non poteva aspettare il giorno in cui sarei stato appeso nel mezzo della Piazza Rabin di Tel Aviv. Pochi minuti dopo un gruppo di ragazzi incappucciati hanno cominciato a prendere a calci le pecore che appartenevano a un pastore palestinese. I soldati se ne stavano lì e ha fatto poco più che cercare di separare i due gruppi.

Dopo quelle che sembravano ore di abusi verbali, i soldati hanno dichiarato l’area zona militare chiusa, e costretto i palestinesi indietro nel loro villaggio. L’ordine non si applicava ai coloni, che hanno continuato a stare per i campi del paese, schernendo i palestinesi e gli attivisti da lontano. I palestinesi si rifiutarono di tornare indietro, e alla fine hanno iniziato scontrandosi con alcuni soldati, uno di loro ha anche lanciare una pietra ai coloni. Un gruppo di tre o quattro soldati si è avventato su di lui, lo ha arrestato e lo ha gettato nella parte posteriore di una jeep. I coloni, a circa 40 metri di distanza, stavano ballando e ridendo istericamente.

Poi siamo andati a casa.

http://972mag.com/settlers-attack-wound-six-year-old-pal…/…/

 

 

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.