Esercito israeliano impedisce ai palestinesi di accedere alle loro terre : due arrestati

NOVEMBRE 3, 2013 AT 1:50 PM

immagine2

Soldati spingono i palestinesi indietro , dopo aver dichiarato ” zona militare chiusa ”

Il 2 novembre , intorno alle 08:30 , attivisti palestinesi , israeliani e internazionali hanno organizzato un’azione per accedere alla terra in Umm Al Arayes ( davanti all’avamposto Mitzpe Yair) . Come tutti i sabati da quasi un anno , i proprietari palestinesi rivendicano il loro diritto di tornare sulla loro terra , dove i coloni di Mitzpe Yair hanno costruito serre .

Anche se le serre sono sotto ordine di demolizione ( dato dell’ Ufficio di coordinamento distrettuale israeliano) , quando alcuni palestinesi sono arrivati ​​vicino all’avamposto , una decina di coloni sono usciti e li hanno fermati violentemente , spingendoli in modo aggressivo . Improvvisamente l’esercito e la polizia di frontiera hanno dichiarato la terra come ” zona milirare chiusa” e ha iniziato a spingere tutte le persone indietro, ma non i coloni .

Dopo alcuni minuti , due palestinesi (i proprietari del campo ) sono stati arrestati , ma non sono state prese disposizioni per i coloni che stavano per tutto il tempo nella zona militare chiusa . I due palestinesi sono stati liberati oggi , dopo il pagamento di una penale di 1.500 NIS per ogni persona .

Nelle settimane precedenti , come ieri , la dichiarazione da parte dell’esercito israeliano dei loro terreni come una zona militare chiusa, ha impedito ai palestinesi di accedere a questo diritto . Dal 2001 i palestinesi hanno subito spesso il divieto di accesso alle loro terre in quanto “zona militare chiusa” .

 Altre foto dell’ azione nonviolenta: http://snipurl.com/283zkjh

http://tuwaniresiste.operazionecolomba.it/?p=2751

immagine1immagine3immagine4

immagine5

 

 

………………………………………………………………………………………………….

ARTICOLO ORIGINALE

Israeli Army prevent Palestinian to access their land: two arrested

NOVEMBRE 3, 2013 AT 1:50 PM

Soldiers pushing Palestinian away, after declaring “close military area”

On November 2, at around 8.30 AM, Palestinian, Israeli and international activists organized an action to access the land in Umm Al Arayes (in front of Mitzpe Yair outpost). Like all saturdays since almost a year, the Palestinian owners are claiming their right to return on their land, where the settlers from Mitzpe Yair have built greenhouses.

Even if the greenhouses are under demolition order (given by Israeli District Coordination Office), when some Palestinians arrived nearby the outpost, around ten settlers came out and stopped them violently, pushing them in aggressive way. Suddenly the army and Border Police declared the land as “close military area” and started to push all the people away, but not the settlers.

After some minutes, two Palestinians (the field owners) were arrested, but no dispositions were taken about the settlers that were standing for all the time in the closed military area. The two Palestinians were released today, after the payment of a bill of 1500 NIS for each person.

In previous weeks, as yesterday, the Israeli army declaration of the lands as being a closed military zone has impeded the Palestinians from accessing this right. Since 2001 the Palestinians have faced restricted access to these lands.

 

Soldiers prevent Palestinian to access their land

Other pictures of the nonviolent action: http://snipurl.com/283zkjh

Contrassegnato con i tag: , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam