FOTO E VIDEO: Shuhada Street, la repressione dell’esercito

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO 2012

Oltre 300 palestinesi e attivisti israeliani hanno manifestato venerdì 24 febbraio ad Hebron chiedendo la riapertura della principale via della città, Shuhada Street, chiusa dalle autorità israeliane nel 2000.

L’esercito israeliano ha immediatamente reagito alla manifestazione nonviolenta con un annuncio registrato in inglese, facendo sapere ai dimostranti che su trattava di “un test del supporto acustico di ampio raggio LRAD della American Technology Corporation”. Sono state emesse ondate di rumori fastidiosi e insopportabili, che hanno provocato nausea e perdita di equilibrio a molti manifestanti. Sono seguiti lanci di gas lacrimogeni e di acqua puzzolente e putrida, sparata non solo contro i dimostranti ma anche contro un piccolo funerale che stava passando.  Diciassette manifestanti sono dovuti ricorrere a cure mediche a causa dell’inalazione dei gas dei lacrimogeni e per la nausea provocata dall’acqua. Un dimostrante è stato arrestato e rilasciato nel pomeriggio.I soldati aggrediscono i manifestanti con bombe sonore e gas lacrimogeni. L’esercito colpisce anche un funerale che stava passando lanciandogli contro acqua putrida. I familiari e la salma sono stati ricoperti di acqua puzzolente, mentre i soldati impedivano loro di passare (Foto: AIC)

Guarda il video:

Contrassegnato con i tag: , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam