FOTOGALLERY: Al Walaje, la costruzione del Muro avanza

0
210

Friday, 07 October 2011 11:11 Mazin Qumsiyeh – Activestill

 

I media, la leadership palestinese e l’opinione pubblica non si muovono mentre la vita viene distrutta. Un esempio e’ il villaggio di Al Walaje, a Ovest di Betlemme: questa settimana altri cento alberi di ulivo sono stati sradicati dal regime dell’apartheid israeliano poco prima dell’inizio della stagione della raccolta, la prossima settimana.

Ecco alcune foto scattate il 28 settembre e il 3 ottobre (fonte: Activestill)

http://www.flickr.com/photos/activestills/sets/72157602013963483/

La tormentata storia di al-Walaje, villaggio nell’area di Betlemme, circondato dalle colonie di Gilo e Har Gilo: dal 1948 ad oggi la resistenza degli abitanti non si è mai fermata ma ora il villaggio è in grave pericolo. Un muro alto 8 metri lo renderà una prigione a cielo aperto.

“Il villaggio di al-Walaje rappresenta un microcosmo di quello che sta avvenendo in Palestina: in questi anni abbiamo perso tutto, siamo minacciati dalla costruzionedelmuro di separazione, dall’espansione di due colonie, da una by-pass road, dalla continua confisca di terre e dalla demolizione di case”. Per Shirin al-Araj, una delle leader della resistenza popolare di al-Walaje, la politica israelianadelquiet-transfer è lampante: rendere la vita degli abitanti talmente difficile e complicata da costringerli a lasciare il villaggio.

Il futuro che attende al-Walaje fa paura: il villaggio, che sorge a pochi chilometri a sud-ovest di Betlemme,  verrà completamente circondato da un muro che lo renderà una prigione a cielo aperto: un solo cancello, il cui accesso sarà monitorato e controllato, lo collegherà al mondo esterno.

http://www.alternativenews.org/italiano/index.php/blogs/mazin-qumsiyeh/3195-fotogallery-al-walaje-la-costruzione-del-muro-avanza

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.