FOTOGALLERY: la scuola-tenda a Ein al-Hilweh, Valle del Giordano

Friday, 17 February 2012 08:01 Marta Fortunato per l’Alternative Information Center

La scuola tenda nella comunità di Ein al-Hilweh (foto: Marta Fortunato)

Quella di Ein al-Hilweh è una scuola speciale: è un atto di resistenza delle comunità della Valle del Giordano per rimanere nella loro terra nonostante l’aggressiva politica israeliana volta a stabilire sempre maggior controllo in una delle aree più colpita di tutta la Cisgiordania.

Percorrendo la strada 458 Allon che dal check-point di Hamra conduce alle colonie israeliane nella parte settentrionale della Valle del Giordano, potrebbe capitare di vedere alcuni bambini seduti su dei piccoli banchi colorati che seguono con attenzione le parole del maestro. E se si avesse la pazienza e la curiosità di fermarsi e di scendere dall’automobile, li si potrebbe sentire ripetere ad alta voce le lettere dell’alfabeto e piccole canzoncine in arabo e si capirebbe che quella di Ein el-Hilweh non è una scuola qualsiasi.

foto2

Il maestro Ibrahim insegna ad un piccolo studente le lettere dell’alfabeto (foto: Marta Fortunato)

 Costruita a marzo 2011 dal Jordan Valley Solidarity Movement (JVS), la scuola è una semplice tenda di tela bianca con piccoli tavoli, sedie ed una lavagna. Ogni giorno il maestro Ibrahim Sufawta va a prendere i bambini a casa e li carica nella jeep argentata messa a disposizione dal JVS per le comunità locali. Ognuno ha il proprio zainetto, penna e quaderno all’interno. Due, tre giri, nelle diverse comunità beduine di Ein el-Hilweh e la lezione può incominciare.

foto3

Un piccolo studente prima di salire in auto (foto: Marta Fortunato)

“La scuola è frequentata da un numero medio di 15 bambini, tutti di età compresa tra i 3 ed i 5 anni, che altrimenti non avrebbero possibilità di accedere all’istruzione” ha spiegato Ibrahim all’Alternative Information Center – io faccio lezione ogni giorno fuorchè il venerdì, per quattro/cinque ore. Ora  i bambini stanno imparando a scrivere e a pronunciare le lettere”.

fine_scuola  Finita la lezione i bambini rimettono nella tenda sedie e banchi (foto: Marta Fortunato)

“Questa è un’area particolarmente disagiata e tormentata dall’occupazione israeliana” ha continuato Ibrahim – le comunità beduine di Ein el-Hilweh vivono in tende senza acqua nè elettricità, in un’area che l’esercito israeliano ha dichiarato zona militare chiusa”. Circondati da colonie israeliane, by-pass roads e zone di addestramento militare, gli abitanti subiscono frequenti attacchi da parte dei coloni e dell’esercito.

comunit

La comunità di Ein al-Hilweh dove sorge la scuola-tenda (foto: Marta Fortunato)

“Poco tempo fa i coloni di un insediamento vicino hanno sgozzato un cavallo qui vicino” ha raccontato un anziano abitante di Ein el-Hilweh – i bambini sono rimasti sconvolti e da allora hanno una costante paura di essere attaccati”.
Inoltre l’area viene utilizzata dalle autorità israeliane per esercitazioni militari: mentre Ibrahim fa lezione ai suoi piccoli alunni, aerei militari israeliani sfrecciano veloci a bassa quota provocando un forte ed inquietante rimbombo nell’aria. Poco dopo sulla strada adiacente la scuola-tenda passano grandi camion che trasportano carri armati.

carri

Carri armati e aerei militari sono, per i piccoli studenti di Ein al-Hilweh, parte della vita quotidiana (foto: Marta Fortunato)

 http://www.alternativenews.org/italiano/index.php/topics/11-aic-projects/3425-fotogallery-la-scuola-tenda-a-ein-al-hilweh-valle-del-giordano

ALTRE FOTOGRAFIE:

Contrassegnato con i tag: , , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam