Freedom Flotilla lascia Palermo per rompere il blocco illegale israeliano di Gaza

419

 

 

Comunicato del 23 jul 2018

Tre barche navigano con scorte di medicinali: Al Awda (The Return), un grande peschereccio convertito; Freedom, una grande nave a vela; e Falestine, una nave a vela più piccola. Una quarta barca, Mairead, non salperà in questo momento. Un altro porto siciliano, Messina, ha aperto le sue braccia alla Flotilla come al solito con una serie di meravigliosi eventi comunitari, e siamo grati per la loro solidarietà.

Tutte e tre le barche che si dirigeranno verso Gaza saranno donate all’Unione dei Comitati di lavoro agricolo, che include un sindacato di pescatori che userà le barche per pescare per sfamare le proprie famiglie.

La portavoce della campagna svedese Ship to Gaza, Jeannette Escanilla, ha affermato che le imbarcazioni forniranno importanti opportunità economiche e di formazione per i palestinesi intrappolati a Gaza.

“Il blocco navale israeliano illegale ha devastato l’economia palestinese, e in particolare ha danneggiato l’industria della pesca a Gaza, quindi queste imbarcazioni forniranno importanti opportunità economiche per i palestinesi a Gaza, e anche opportunità di formazione nell navigazione a vela, per consentire loro di acquisire migliori qualifiche. Attualmente, la Forza d’occupazione israeliana impedisce ai palestinesi di Gaza di navigare a più di poche miglia nautiche dalla costa e attacca regolarmente i pescherecci e altre imbarcazioniche salpano  da Gaza “.

by Carlo Kali’

 

Freedom Flotilla lascia Palermo per rompere il blocco illegale israeliano di Gaza

Freedom Flotilla lascia Palermo per rompere il blocco illegale israeliano di Gaza

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.