Gaza: basta un tweet

0

I giornali hanno ripreso a scrivere di Gaza. Ma non perdete tempo ad andare nei siti del Corriere o di Repubblica. Troverete le “solite” considerazioni sui missili da una parte e sui bombardamenti dall’altra, senza descrivere mai l’inferno di questa gabbia tenuta chiusa impunemente da Israele. Per capire il dramma di Gaza, basta un tweet, come quello di Michele Giorgio:

Un bimbo, Ahmad Abu Nahl, 3 anni, e’ morto ieri aspettando apertura valico #Rafah Doveva operarsi in Turchia

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.