GAZA. “Marcia del Ritorno”: 6 palestinesi uccisi

0

Ennesimo venerdì di sangue a confine tra la Striscia e Israele: l’esercito israeliano ha sparato e ucciso 4 palestinesi vicino al campo profughi di al-Bureji, uno nella parte orientale di Gaza e un altro a Rafah

della redazione

Roma, 12 ottobre 2018, Nena News – Ennesimo venerdì di sangue nella Striscia di Gaza dove le forze armate israeliane hanno ucciso 6 palestinesi durante le proteste che hanno avuto luogo al confine tra il piccolo lembo di terra palestinese e Israele. Il ministro della salute di Gaza, Ashraf al-Qedra ha detto che Ahmad al-Taweel (27), Mohammd Ismail (29), Ahmad Abu Ne’eim (17) e Abdullah al-Daghma (25) sono stati uccisi vicini al campo profughi di al-Bureij (parte orientale della Striscia). La quinta vittima, invece, Tamer Abu Ermanah (26) è stato colpito mortalmente dai proiettili sparati dall’esercito nella parte orientale della città di Rafah (sud della Striscia) durante gli scontri che hanno avuto luogo al confine. La sesta vittima è Afifi Mahmoud Afifi (18) ed è stato ucciso a est di Gaza. Secondo quanto ha riferito al-Qedra sono almeno 192 i feriti, 140 per colpi di proiettile (tra questi ci sono 45 bambini, 8 donne e 2 paramedici).

L’esercito ha fatto sapere che circa 14.000 persone hanno preso parte oggi alle manifestazioni di protesta lungo il confine con Israele. In una nota, i militari hanno dato la loro versione dei fatti: “un numero di aggressori ha scavalcato la barriera di sicurezza nel sud della Striscia e ha attivato un esplosivo che ha mandato la recinzione di sicurezza in fiamme”. I manifestanti si sono quindi avvicinati ad un posto di blocco e sono stati colpiti dai proiettili sparati dai soldati.

Salgono così a 203 i palestinesi uccisi da Israele dallo scorso 30 marzo, da quando cioè sono iniziate le proteste per la “Marcia del Ritorno”. Nonostante l’elevato numero di vittime palestinesi, a inizio mese il ministro dell’istruzione israeliano Naftali Bennet aveva duramente criticato il collega di governo Lieberman per la risposta “debole” data a Gaza. La sua “colpa”, aveva spiegato Bennet, risiede nel fatto che ha provato a negoziare con i “terroristi” di Hamas e non ha usato “tolleranza zero” con i palestinesi. Nena News

http://nena-news.it/gaza-marcia-del-ritorno-6-palestinesi-uccisi/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.