GAZA. Raid israeliano all’alba

0
189

15 set 2016

L’aviazione israeliana colpisce a nord della Striscia siti di Hamas, nessun ferito. Il 9 settembre un ragazzo di 16 anni è stato ucciso dalle truppe di terra, colpito alla testa mentre manifestava contro l’assedio

Smoke and flames are seen following what police said was an Israeli air strike in Rafah in the southern Gaza Strip July 8, 2014. Israel bombarded dozens of targets in the Gaza Strip on Tuesday, stepping up what it said might become a long-term offensive against Islamist Hamas after a surge in Palestinian rocket attacks on Israeli towns. REUTERS/Ibraheem Abu Mustafa (GAZA - Tags: POLITICS CIVIL UNREST TPX IMAGES OF THE DAY) ORG XMIT: SJS12
Smoke and flames are seen following what police said was an Israeli air strike in Rafah in the southern Gaza Strip July 8, 2014. Israel bombarded dozens of targets in the Gaza Strip on Tuesday, stepping up what it said might become a long-term offensive against Islamist Hamas after a surge in Palestinian rocket attacks on Israeli towns. REUTERS/Ibraheem Abu Mustafa (GAZA – Tags: POLITICS CIVIL UNREST TPX IMAGES OF THE DAY) ORG XMIT: SJS12

Attacco israeliano a Gaza nel 2014 (Foto: Reuters/Ibraheem Abu Mustafa)

della redazione

Roma, 15 settembre 2016, Nena News – A poche ore di distanza dalla partenza di Amal e Zeituna, speranza e oliva, le due navi di sole donne della nuova missione della Freedom Flotilla, Gaza si è svegliata con il suono delle bombe: una serie di raid israeliani ha colpito la Striscia, dopo il lancio di un razzo verso il territorio israeliano. Nessun ferito.

Secondo l’aviazione di Tel Aviv i target dell’operazione sono stati tre siti di Hamas nel nord della Striscia, tra cui un campo delle Brigate al-Qassam, braccio armato del partito. Ogni volta di un lancio di missili, Israele accusa Hamas seppur il movimento islamista da tempo abbia preferito mettere da parte l’attività militare e di resistenza: Gaza è al collasso e Hamas sa che un’altra operazione israeliana significherebbe la devastazione definitiva.

Per Israele, che lo ha ripetuto anche stamattina, Hamas è responsabile in ogni caso, anche se a compiere i lanci sono gruppi minori.

Negli ultimi mesi si sono registrati vari casi di attacchi aerei da parte dell’aviazione israeliana in risposta a missili. L’ultimo il 22 agosto provocò cinque feriti, quello precedente il 2 luglio. A maggio una donna restò uccisa in una serie di attacchi aerei. Anche il 9 settembre le truppe israeliane hanno fatto una vittima: il 16enne Abdel Rahman al-Dabbagh è morto colpito dal fuoco israeliano sparato al confine dai soldati durante una manifestazione contro la chiusura di Gaza, all’altezza del campo profughi di Bureij. Ragazzini tiravano pietre, i militari hanno sparato ad altezza d’uomo colpendolo alla testa. Nena News

 

 

http://nena-news.it/gaza-raid-israeliano-allalba/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.