GAZA. Regge il cessate il fuoco. 44 i palestinesi uccisi, tra di essi 15 bambini e 4 donne

296

Articolo pubblicato originariamente su Pagine Esteri

  • AGGIORNAMENTO 8 AGOSTO ORE 7 – Sembra reggere la tregua tra Israele e il Jihad islami cominciata ieri prima della mezzanotte. La situazione tuttavia resta tesa e il segretario generale del Jihad, Ziad Nakhleh, ha ribadito che solo il rispetto da parte di israeliane delle condizioni stabilite dai mediatori egiziani per il cessate il fuoco, a cominciare dalla liberazione del comandante militare dell’organizzazione, Bassam al Saadi, arrestato una settimana fa a Jenin dall’esercito israeliano, potrà garantire la cessazione effettiva dello scontro. Israele da parte sua sostiene di aver soltanto accettato di discutere della liberazione di Al Saadi e di un altro prigioniero politico del Jihad, in sciopero della fame, ma di non aver mai acconsentito alla loro scarcerazione.

  • AGGIORNAMENTO Ore 23:00 – Cominciato il cessate il fuoco. Ufficialmente alle ore 22.30 italiane, anche se gli attacchi aerei israeliani e lanci di razzi palestinesi non sono terminati all’ora stabilita.
  • Ore 22:00 – Il Ministero della salute palestinese fa sapere che sono 44 i palestinesi rimasti uccisi dall’inizio dell’attacco israeliano sulla Striscia di Gaza. Tra loro 15 bambini e 4 donne. Più di 350 i feriti. Nella giornata di oggi sono stati uccisi altri 4 bambini. Il cessate il fuoco potrebbe cominciare prima della mezzanotte.
  • Ore 19:15 – Oltre al massacro di Jabaliya i palestinesi denunciano un altro massacro ad Al Bureji, a sud di Gaza city. Una bomba ha distrutto la casa della famiglia Nabahin uccidendo, affermano, tre ragazzi, due gemelli di 13 anni e uno di 9 e il loro padreNon si sa se e quando comincerà il coprifuoco.
  • Ore 18:40 – Nuova strage di palestinesi nel nord della Striscia di Gaza. Si parla di almeno 5 morti, tutti bambini e adolescenti di 6, 15, 16 e 17 anni. Razzi palestinesi raggiungono la zona di Tel Aviv.
  • Ore 17.40 – 7 agosto Israeliani, egiziani e fonti della Jihad confermano un accordo sul cessate il fuoco per le 19:00 ore italiane. Si registrano nuovi feriti, 8 almeno tra cui, pare, 5 bambini, in un bombardamento israeliano ad Al-Shajaya, al centro di Gaza.
  • Ore 17.00 – 7 agosto Non sono ancora possibili conferme ma pare si stia lavorando per mediare un cessate il fuoco per le 19.00 ora italiana. Intanto un mortaio palestinese ha danneggiato il valico di Erez, che attraversa il confine tra Israele e Gaza.
  • Ore 16.00 – 7 agosto Annunciato un possibile cessate il fuoco. Una tregua potrebbe partire alle 17:00 di oggi, ora italiana. A darne notizia il network Al-Jazeera che cita fonti del Jihad e personale egiziano impegnato nella mediazione. Al momento Israele non conferma. Da Gaza spiegano che si sta lavorando ad un accordo ma le testimonianze sono contrastanti e al momento non è stata trovata un’intesa: le bombe israeliane ancora adesso vengono sganciate su Gaza.
  • Ore 13:00 – 7 agosto Anche il Ministero della salute a Gaza fa un appello alla comunità internazionale perché faccia entrare nella Striscia di Gaza aiuti immediati, risorse mediche e carburante per permettere l’attività della centrale elettrica di Gaza, che al momento riesce a produrre solo 4 ore di elettricità al giorno.

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.