‘Gaza rifiuta la carità greca e chiede di liberare la Freedom Flotilla

Scritto il 2011-07-16 in News
http://www.freedomflotilla.it/2011/07/16/gaza-rifiuta-la-carita-greca-e-chiede-di-liberare-la-freedom-flotilla/
La seguente lettera è stata consegnata al Governo Greco il 12 Luglio 2011 per rendere chiaro che la popolazione di Gaza non ha bisogno di carità ma di libertà e rispetto per i diritti umani, incluso quello di portare avanti una vita dignitosa.  Apparentemente sordo al loro appello, ieri il Sig. Delavekouras, portavoce del Minstro degli Esteri Greco, ha ribadito la “generosa offerta” del Governo Greco di consegnare un limitato quantitativo di  materiale umanitario alla popolazione di Gaza, invece di aiutarli ad ottenere la libertà che Israele continua loro a negare.
12 Luglio 2011
Egregio Primo Ministro Papandreou,
Egregio Ministro degli Affari Esteri Lambrinidis
Noi, membri della società civile Palestinese di Gaza, stiamo seguendo le azioni che il vostro governo  intraprende per impedire alla Freedom Flotilla 2 di salpare verso la più grande prigione a cielo aperto, la Striscia di Gaza, per sfidare il blocco criminale di Israele. La chiusura di Gaza da parte di Israele ci ha privato di molte cose che altre persone hanno garantite e prima di ogni altra cosa, la libertà di movimento. A noi non è permesso ricevere cure mediche adeguate o opportunità educative perché non possiamo viaggiare liberamente. Siamo tagliati fuori dalle nostre famiglie che risiedono in altre zone dei territori occupati o all’estero; e non ci è concesso di invitare persone a Gaza. Ora, voi avete esteso queste restrizioni su persone la cui missione primaria era quella di essere solidali con noi.
La popolazione di Gaza ha bisogno di aiuti umanitari solo perché ci impediscono di costruire la nostra economia. Non ci consentono di importare materie prime o di esportare; sparano sui nostri contadini e pescatori quando cercano di pescare o lavorare i campi. Come risultato di una deliberata politica istaeliana, l’80% della nostra popolazione è diventata dipendente da aiuti alimentari, le nostre infrastrutture sono  nel caos e i nostri figli non riescono neanche ad immaginare il giorno in cui conosceranno la libertà.
La vostra offerta di consegnare il materiale cargo della Freedom Flotilla rafforza il concetto che gli aiuti umanitari risolveranno i nostri problemi ed è un debole tentativo di nascondere la vostra complicità con il blocco Israeliano.
Ci dispiace, ma non accettiamo la vostra carità. Gli organizzatori e partecipanti alla Freedom Flotilla riconoscono che la nostra situazione non si risolve con gli aiuti umanitari, ma con il riconoscimento dei nostri diritti. Loro trasportano qualcosa di molto più importante degli aiuti: trasportano speranza, amore, solidarietà e rispetto. La vostra offerta di colludere con i nostri oppressori e consegnarci gli aiuti è completamente RIFIUTATA.
Anche se è evidente che siete sottoposti ad una pressione politica enorme che vi induce a rispettare la volontà del regime israeliano, a collaborare con Israele nel violare la legge internazionale e legittimare l’assedio, noi rifiutiamo di accettare le vostre briciole. Noi vogliamo la libertà, la dignità e la possibilità di scegliere la nostra vita quotidiana. Vi sollecitiamo a riconsiderare la vostra decisione e lasciar partire la Freedom Flotilla.
Infine, noi riconosciamo le relazioni storiche tra i nostri popoli e il sostegno del vostro paese per i nostri diritti. Con  la mente rivolta a questa storia e il vostro precedente riconoscimento dei nostri diritti negati, vi chiediamo di consentire alle barche della Freedom Flotilla di partire per Gaza, e poter sfidare l’assedio illegale di Gaza e l’occupazione illegale della Palestina da parte di Israele.
Distinti saluti,
Palestinian Network of NGOs (PNGO)
Representing over 60 non-governmental organizations in Gaza
Campaign to End the Siege on Gaza
General Society for Rehabilitation
Deir Al-Balah Cultural Centre for Women and Children
Maghazi Cultural Centre for Children
Al-Sahel Centre for Women and Youth
Rachel Corrie Centre, Rafah
Rafah Olympia City Sisters
Al Awda Centre, Rafah
Al Awda Hospital, Jabaliya Camp
Ajyal Association, Gaza
Al Karmel Centre, Nuseirat
Local Initiative, Beit Hanoun
Beit Lahiya Cultural Centre
Middle East Children’s Alliance – Gaza office
Alshomoa Club for Women
General Union for Public Services Workers
General Union for Health Services Workers
General Union for Petrochemical and Gas Workers
General Union for Agricultural Workers
General Union of Palestinian Syndicates
General Union of Palestinian Women
Palestinian Congregation for Lawyers
Palestinian General Federation of Trade Unions (PGFTU)
Union of Health Work Committees
Union of Synergies—Women Unit
Union of Women’s Work Committees
Palestinian Association for Fishing and Maritime
Palestine Sailing Federation
Fishing and Marine Sports Association
Palestinian Women Committees
Progressive Students’ Union
© Agenzia stampa Infopal
E’ permessa la riproduzione previa citazione della fonte “Agenzia stampa Infopal – www.infopal.it”
Contrassegnato con i tag: ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam