Gaza tocca il cuore dei vescovi

immagine1

GAZA – Si è conclusa questa mattina, lunedì 13 gennaio, la visita dei Vescovi, rappresentanti delle Conferenze Episcopali di diverse parti del mondo che hanno passato due giorni nella Striscia di Gaza. 

Una visita breve ma importante. Domenica 12 gennaio, festa del Battesimo del Signore, la celebrazione eucaristica nella parrocchia di Gaza è iniziata con circa due ore di ritardo, a causa del lento passaggio al check point di Erez. I parrocchiani hanno aspettato con pazienza l’arrivo della delegazione composta da 12 vescovi, diversi sacerdoti e alcuni rappresentanti delle Chiese a livello mondiale che sono stati accolti con la loro solita ospitalità e calore. Alla conclusione della celebrazione tutti erano molto contenti del reciproco incontro.

Altre due belle visite hanno caratterizzato questo tour, guidato dai responsabili di CRS. La prima è stata alla scuola dei mestieri per i ragazzi dei campi profughi gestita dal Near east Council of Churches. La seconda visita è stata a Rafah, al confine con l’Egitto per vedere i famosi “tunnel” oggi chiusi. Come è noto essi erano una via, in certi casi l’unica, per far arrivare prodotti dall’Egitto. Gli abitanti di Rafah hanno spiegato che questo è un grosso problema che deve essere risolto altrimenti tanta gente rimarrà senza cibo e medicinali!

La visita ad una associazione che si prende cura dei sordomuti e dei portatori di handicap, ha concluso la prima giornata densa di emozioni ed anche di sorprese per i vescovi. Non pensavano di trovare una così grande desolazione!

Lunedì mattina la delegazione ha celebrato la messa con i preti e le suore di Gaza e ha reso visita all’opera delle suore di madre Teresa che accolgono bambini con problemi ed anziani soli e abbandonati. Una straordinaria opera di carità che fa commuovere diversi membri della delegazione. Al momento di ripartire c’è stato un abbraccio colmo di affetto e riconoscenza per Padre Mario da Silva e per tutte le suore.

Se questa visita non porterà grandi cambiamenti per i Gazawi sicuramente li porterà per i cuori dei Vescovi e degli altri membri della Delegazione. Quando si entra a Gaza e si vede con i propri occhi la situazione non si può tornare a casa indifferenti! È quello che è successo ai pastori a Betlemme la notte di Natale ed è quello che è successo ai nostri pastori a Gaza!

Articolo di Abouna Mario Cornioli

 ALCUNE FOTOGRAFIE (di Andrea Krogmann):

 gaza1gaza2gaza3

 

 

 

Gaza tocca il cuore dei vescovi

http://it.lpj.org/2014/01/14/gaza-tocca-il-cuore-dei-vescovi/

Contrassegnato con i tag: ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam