GIOVANE PALESTINESE UCCISO A COLPI D’ARMA DA FUOCO DALLE FORZE ISRAELIANE A HEBRON

0

tratto da: rete Italiana ISM

https://www.middleeasteye.net/

5 febbraio 2020 

Mohammed al-Haddad, 17 anni, è stato ucciso mentre protestava contro il controverso “affare del secolo” di Donald Trump.   (Video) (video del funerale serale)

I manifestanti palestinesi lanciano pietre contro un checkpoint israeliano nel centro della città di Hebron, nella Cisgiordania occupata (AFP)

Un adolescente palestinese è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco israeliani durante una protesta in Cisgiordania occupata contro le proposte di “affare del secolo” di Donald Trump, ha detto il ministero della Sanità palestinese.

Mohammed al-Haddad, 17 anni, è stato ucciso da un proiettile che gli è penetrato nel cuore in scontri con le forze di occupazione nell’area di Bab al-Zawya a Hebron”, secondo il ministero.

L’esercito israeliano non ha avuto commenti immediati sull’incidente.

Subito dopo che è stato colpito:

Haddad è stato dichiarato morto in un ospedale di Hebron, secondo un fotografo AFP.

il funerale del ragazzo ucciso:

Una piccola protesta era stata organizzata in città contro il controverso piano del presidente degli Stati Uniti per affrontare il conflitto israelo-palestinese.

Testimoni hanno riferito che circa una dozzina di giovani hanno lanciato pietre contro le forze israeliane.

La proposta di Trump, presentata alla fine del mese scorso, è stata immediatamente respinta dai palestinesi, che la hanno dichiarata palesemente pro-israeliana.

Il piano dà a Israele il via libera per annettere la Valle del Giordano e allargare insediamenti illegali in Cisgiordania, anche all’interno di Hebron, dove alcune centinaia di coloni ebrei vivono nel centro della città palestinese di circa 200.000 abitanti.

In risposta, l’Autorità Palestinese ha dichiarato che avrebbe tagliato tutti i legami con gli Stati Uniti e Israele.

Abbiamo informato la parte israeliana … che non ci saranno ulteriori relazioni con loro e con gli Stati Uniti, compresi i legami di sicurezza”, ha dichiarato il presidente dell’AP Mahmoud Abbas in una riunione straordinaria della Lega araba al Cairo in cui ha ribadito il suo Rifiuto “completo” del piano.

I palestinesi in seguito hanno chiarito che ciò significa che i legami sarebbero stati recisi in caso di annessione. È probabile che tale mossa non accadrà se non dopo le elezioni israeliane del 2 marzo.

L’AP ha stretto legami di sicurezza con Israele, con cui collabora nelle aree di polizia della Cisgiordania che cadono sotto il controllo palestinese.

Anche gli accordi di condivisione dell’intelligence stipulati dall’AP con la CIA potrebbero ora essere minacciati.

 

Giovane palestinese ucciso a colpi d’arma da fuoco dalle forze israeliane a Hebron

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.