Gli israeliani che sostengono l’assassino di Rabin ottengono donazioni statunitensi esentasse

140

Articolo pubblicato originariamente su Haaretz e tradotto dall’inglese da Frammenti Vocali

econdo i risultati dell’Associated Press e della piattaforma investigativa israeliana Shomrim, un gruppo israeliano raccoglie fondi esentasse dagli Usa per gli estremisti ebrei condannati per alcuni dei più noti crimini d’odio del paese .

La quantità di denaro raccolta attraverso un’organizzazione non profit statunitense non è nota, ma l’AP e Shomrim hanno documentato la scia di denaro dal New Jersey ai radicali israeliani imprigionati, che includono l’assassino del primo ministro Yitzhak Rabin e le persone condannate per attacchi mortali ai palestinesi.

Gli americani, che possono dare i loro contributi attraverso l’organizzazione no profit statunitense con una carta di credito e richiedere una detrazione fiscale.

Questa strategia da parte di un gruppo che assiste i radicali ebrei solleva questioni legali e morali.

Ciò è particolarmente vero sullo sfondo di un nuovo governo di estrema destra in Israele ,guidato dal primo ministro Benjamin Netanyahu , dove ultranazionalisti e legislatori estremisti hanno acquisito un potere senza precedenti.

Secondo gli opuscoli promozionali di Shlom Asiraich, i suoi beneficiari includono Yigal Amir, che assassinò Rabin nel 1995; Amiram Ben-Uliel , condannato nel 2015 per l’omicidio di un bambino palestinese e dei suoi genitori in un incendio doloso e Yosef Chaim Ben David, condannato per aver rapito e ucciso un ragazzo palestinese di 16 anni a Gerusalemme nel 2014. Il gruppo assiste anche un estremista ultraortodosso che ha accoltellato a morte una ragazza israeliana di 16 anni alla parata del gay pride di Gerusalemme nel 2015.

I destinatari hanno salutato il gruppo per aver attraversato momenti difficili. “Non hai idea di quanto ci aiuti”, ha scritto la famiglia di Ben-Uliel, che sta scontando tre ergastoli, in una lettera manoscritta pubblicata sulla pagina Facebook del gruppo.

A ottobre, alla vigilia del capodanno ebraico, Shlom Asiraich ha twittato una foto per i sospetti ebrei agli arresti domiciliari e alle famiglie di israeliani condannati o accusati di crimini contro i palestinesi, definendoli amati eroi

“Sii forte e resta fedele al popolo di Israele e alla santa Torah e non smettere di essere felice!” -.

Shlom Asiraich, o “The Well-Being of Your Prisoners” raccoglie fondi in Israele ,almeno dal 2018 ,ed è composto principalmente da israeliani provenienti da insediamenti in Cisgiordania.

Almeno cinque dei sette fondatori del gruppo sono stati essi stessi interrogati dalle autorità israeliane per crimini legati alle loro attività contro i palestinesi. Alcuni sono stati arrestati e denunciati.

Nei suoi volantini promozionali, recentemente trasmessi dal telegiornale di Israeli Channel 13, l’organizzazione ha indicato di aver raccolto 150.000 shekel (circa 43.000 dollari).

. Secondo i dati pubblicati da Noga Zivan, consulente per le organizzazioni non profit in Israele, tra il 2018 e il 2020 le sole organizzazioni ebree americane hanno donato 2 miliardi di dollari a Israele ogni anno.

Dvir Kariv, un ex funzionario dello Shin Bet che si occupa della violenza ebraica in corso , ha affermato che il gruppo sembra aver preso spunto da altri gruppi israeliani di estrema destra, in particolare Kach , un gruppo razzista radicale anti-arabo che una volta era stato bandito come organizzazione terroristica negli Stati Uniti, ma che secondo Kariv era abile nel raccogliere fondi.

I donatori negli Stati Uniti possono accedere al sito di Shlom Asiraich e fare clic su un collegamento che li porta a una pagina per le donazioni ospitata da World of Tzedaka. Possono anche donare direttamente dal sito di World of Tzedaka.

Secondo un video didattico sul sito World of Tzedaka, le raccolte fondi devono elencare un rabbino come riferimento e ricevere l’approvazione da un comitato religioso di Lakewood. World of Tzedaka.

Marcus Owens, un avvocato che gestiva l’unità no profit dell’IRS negli anni ’90, ha assunto una posizione dura. “Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti vede l’assistenza alle famiglie dei terroristi come una forma di sostegno materiale al terrorismo”.

I ripetuti tentativi di raggiungere i rappresentanti di Shlom Asiraich non hanno avuto successo. Anche un rappresentante di World of Tzedaka ha riattaccato quando gli è stato chiesto un commento.

Secondo i documenti ,ottenuti dall’AP, Shlom Asiraich è stato registrata

come organizzazione no profit presso le autorità israeliane da Chanamel Dorfman, un avvocato e uno dei massimi collaboratori del ministro israeliano Ben-Gvir. Dorfman ha anche recentemente dichiarato al quotidiano conservatore, Israel Hayomm, che stava semplicemente agendo come un avvocato e che “se avessi saputo che questo è ciò che fa questa organizzazione, non l’avrei registrata”.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.