Gli Stati Uniti bloccano la dichiarazione dell’UNSC sull’uso della forza da parte di Israele nel Land Day

0
109

 

La bozza del Kuwait al Consiglio di sicurezza ONU richiedeva un’indagine sui raduni della Giornata della terra a Gaza in cui 17 persone sono state uccise.

1 aprile 2018

Gli Stati Uniti hanno bloccato una bozza di dichiarazione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che chiedeva un’indagine sull’uccisione di 17 manifestanti palestinesi disarmati vicino al confine orientale della Striscia di Gaza.

La dichiarazione, proposta dal Kuwait, richiedeva una “inchiesta indipendente e trasparente” ai sensi del diritto internazionale sugli eventi sanguinosi delle proteste della Giornata d venerdì.

La dichiarazione ha anche espresso “grave preoccupazione per la situazione al confine” e ha sottolineato “il diritto a una protesta pacifica”.

Tuttavia, sabato gli Stati Uniti hanno bloccato la dichiarazione, con il rappresentante degli Stati Uniti all’ONU Walter Miller che diceva che ” cattivi attori” stavano usando le “proteste come copertura per incitare alla violenza” e “mettere in pericolo vite innocenti”.

Stati Uniti, Regno Unito “complici dell’occupazione israeliana”

Hanan Ashrawi, membro del Comitato esecutivo dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP), ha condannato la decisione degli Stati Uniti, descrivendo gli Stati Uniti e il Regno Unito come complici delle persistenti violazioni e violenze di Israele.

“L’esercito israeliano ha usato una violenza sfrenata, scatenando più di 100 cecchini e sparando proiettili veri, lacrimogeni e proiettili di acciaio rivestiti di gomma contro i manifestanti, davanti agli occhi di tutta la comunità internazionale”, ha detto Ashrawi in una dichiarazione sabato.

“Eppure, il Consiglio di sicurezza dell’ONU non è riuscito a concordare una dichiarazione che condanna le gravi violazioni avvenute per mano di Israele.”

“Un atteggiamento così controproducente può renderli [il Regno Unito e gli Stati Uniti] complici dell’occupazione militare israeliana e delle sue persistenti violazioni e violenze”, ha proseguito.

“Nessuno dei due ha mostrato il coraggio morale o politico di ritenere responsabile Israele e di frenare il suo comportamento illegale”.

Nel frattempo, il ministro della difesa israeliano Avigdor Lieberman ha respinto le richieste di un’inchiesta sulle azioni dell’esercito israeliano.

“I soldati israeliani hanno fatto ciò che era necessario. Penso che tutti i nostri soldati meritino una medaglia”, ha detto Lieberman domenica alle forze armate.

“Per quanto riguarda una commissione di inchiesta – non ce ne sarà nessuna.”

La grande marcia del ritorno

Più di 1.500 persone sono rimaste ferite nella protesta di venerdì quando le forze israeliane hanno sparato munizioni vere ai manifestanti per respingerli dalla zona di confine di Gaza, secondo il ministero della salute palestinese.

Sabato, altre 49 persone sono rimaste ferite nelle manifestazioni in corso.

Le proteste di massa, denominate “la grande marcia del ritorno”, sono state organizzate da gruppi della società civile e sostenute da tutte le fazioni politiche per chiedere il diritto al ritorno dei profughi palestinesi.

Hanno segnato l’inizio di un sit-in di sei settimane, a partire dal Land Day, un evento che commemora sei cittadini palestinesi di Israele uccisi dalle forze israeliane dopo aver protestato per la confisca del governo di vaste aree di terra palestinese il 30 marzo 1976.

Il sit-in si concluderà il 15 maggio, o Nakba Day, che commemorerà 70 anni dalla pulizia etnica di 750.000 palestinesi da parte delle milizie sioniste dai loro villaggi e città.

FONTE: AL JAZEERA NEWS

US blocks UNSC statement on Israel’s use of force on Land Day

Kuwaiti draft Security Council statement demanded an investigation into Gaza’s Land Day rallies in which 17 were killed.

ALJAZEERA.COM

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

 

 

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.