GUSH ETZION NON E’ UN INSEDIAMENTO EBRAICO COME TUTTI GLI ALTRI. ECCO PERCHE’ E COME E’ DIVENTATO UN MITO IN ISRAELE

0
177

2 feb 2015

immagine1

La frode di Gush Etzion, mitologico blocco di colonie di Israele

Distrutta dagli eserciti arabi durante la guerra del 1948, Gush Etzion fu ripopolata dopo che Israele ha occupato la Cisgiordania nel 1967. Da allora, i governi israeliani hanno fatto tutto il possibile per magnificare la mitologia del blocco, mentre gli israeliani si stabiliscono sulla terra di proprietà privata palestinese.

di Hillel Bardin e Dror Etkes
1 febbraio 2015

Tutti i bambini americani imparano il grido di battaglia, “Ricordatevi di Alamo!” a un certo punto della loro carriera scolastica. La storia di Alamo inizia nel 1836, quando i coloni bianchi cominciarono a stabilirsi nel nord del Messico. Infine cacciarono l’esercito messicano, ma l’esercito alla fine ritornò e abbattè tutti i bianchi nella missione di Alamo, rifiutando di prendere ancora prigionieri. L’esercito bianco, infuriato per il massacro degli eroi di Alamo, tornò con un gusto per il sangue. Sconfisse i messicani e successivamente annesse tutto il Messico settentrionale, che poi divenne lo stato del Texas – il più grande del contigui Stati Uniti.

I bambini israeliani non conoscono Alamo, ma hanno i loro eroi da ricordare. Nel 1940, quattro kibbutzim (Kfar Etzion, Masuot Yitzhak, Revadim e Ein Tzurim) si stabilirono a sud ovest di Betlemme in una zona in seguito designata per uno Stato palestinese da parte del piano di spartizione delle Nazioni Unite del 1947. Si era scoperto che la loro posizione era eccellente per intercettare il traffico militare arabo tra Hebron e Gerusalemme, così Haganah e Palmach (le pre-statali milizie sioniste) inviarono truppe e rifornimenti a fare proprio questo, negli ultimi giorni del mandato britannico. La battaglia di Gush Etzion è stata una delle tre battaglie perdute dagli ebrei durante la guerra, e i suoi eroi sono parte del pantheon israeliano. Anche il primo ministro Ben Gurion disse che poteva “pensare a nessuna battaglia negli annali delle Forze di Difesa israeliane che era più magnifica, più tragica o più eroica della lotta per Gush Etzion.”

Mentre c’era il dibattito nel 1967 sul fatto di stabilirsi in Cisgiordania, il reinsediamento di Gush Etzion è stato visto da molti ebrei come un caso particolare, che deriva dal valore sentimentale sul suo destino nella guerra del 1948. Il 27 settembre del 1967, Kfar Etzion è diventato il primo insediamento ebraico in Cisgiordania, ed è stato ristabilito sulle sue rovine del 1948. A questo punto è emerso che con il nome di “Gush Etzion” si è permesso al pubblico di superare la resistenza generale dell’assestamento degli israeliani nella Cisgiordania occupata.

Questo, però, ha portato alla frode, legando il nome Gush Etzion a settori che non avevano alcun collegamento con il gruppo originario di insediamenti – una truffa che è stata ufficialmente approvata dal governo israeliano nel 1980, quando il comandante militare della Cisgiordania dichiarò ufficialmente l’inaugurazione del Consiglio regionale di Gush Etzion. Da allora, quasi ogni nuovo insediamento tra Gerusalemme e Hebron è stato considerato come parte del blocco.

La frode è stata poi fatta saltare su scala nazionale. Disposizioni legali sono state fatte in modo da permettere a Israele di dichiarare la terra di proprietà privata palestinese “terra di stato” , che è stata poi consegnata al coloni ebrei per lo sviluppo. Anche se la decisione è stata denunciata dalla comunità internazionale come un utilizzo illegale di territorio occupato, l’ astuzia legale dello stato è stata accettata da parte dell’ Alta Corte di Giustizia di Israele, dando il via libera alla costruzione di insediamenti su terreni privati palestinesi. In questo nuovo e artificialmente gonfiato Gush Etzion, migliaia di ettari in una volta appartenevano allo Stato, e sono stati successivamente utilizzati per stabilire dozzine di nuovi insediamenti attorno a Betlemme.

Questo strisciante furto di terra continua ancora oggi. Alla fine del 2014, 1.200 ettari sia al sud che ad ovest di Betlemme sono stati dichiarati “terra di stato”, al fine di creare un asse di Israele che avrebbe collegato gli insediamenti orientali di Gush Etzion alla Linea Verde. L’espropriazione di una tale vasta area è destinata ad aumentare in modo significativo il numero di coloni israeliani nella zona.

Le elezioni in Israele sono un momento in cui i politici di ogni colore, dal Labour al Likud, dichiarano la loro fedeltà ai blocchi di insediamenti, e in particolare a Gush Etzion. E ‘ora di smettere di cooperare con la propaganda israeliana, che cerca di concedere al blocco l’aura della sua origine a lungo perduta, come se fosse più legittimo di tutti gli altri insediamenti illegali.

http://972mag.com/the-fraud-of-gush-etzion-israels-mytho…/…/

Destroyed by Arab armies during the 1948 War, Gush Etzion was repopulated after Israel occupied the West Bank in 1967. Since then, successive Israeli…
972MAG.COM

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.