Haaretz: il diritto di Israele di rubare la terra palestinese *** haaretz.com

venerdì 17 novembre 2017

 

Sintesi personale

Haaretz : Israel’s right to steal Palestinian land *** haaretz.com

Il procuratore generale Avichai Mendelblit ha autorizzato mercoledì la confisca dei terreni palestinesi privati ​​per le necessità dei coloni della Cisgiordania. La sua mossa ha seguito la richiesta del ministro della Giustizia Ayelet Shaked riguardante la pavimentazione di una strada verso l’avamposto illegale Harasha, senza la quale sarebbe impossibile “legittimarla”.

La sua opinione era apparentemente basata sulla sentenza del giudice della Corte Suprema in pensione Salim Joubran su Amona. Joubran ha stabilito che il comandante militare in Cisgiordania deve anche provvedere ai bisogni dei coloni, dato che sono tra i residenti della regione. Joubran ha citato l’ex presidente della Corte Suprema Aharon Barak secondo cui “gli israeliani della zona hanno diritto alla vita, alla dignità, alla proprietà e ai diritti che gode chiunque in Israele”.  Joubran aveva sottolineato che la necessità di proteggere i coloni non può offuscare lo status speciale dei palestinesi come  popolazione “protetta” secondo il diritto internazionale e il comandante militare deve stare attento a non prendere alcuna iniziativa per violare i loro diritti a favore dell’occupazione dei  residenti dello stato.

Mendelblit e Shaked hanno chiaramente scelto di ignorare questi punti. Stanno anche gettando sabbia negli occhi del pubblico, perché il verdetto del tribunale non riguarda  l’espropriazione di terreni per i bisogni degli insediamenti e non ha stabilito che tale atto sia legale.

Lopinione di Mendelblit serve l’insaziabile appetito dei coloni per la terra palestinese privataTuttavia, nel processo di imbiancatura legale, i funzionari coinvolti hanno omesso, come al solito, il problema della legalità degli insediamenti. Secondo la legge internazionale tutti gli insediamenti in Cisgiordania sono illegali. Quindi Mendelblit non può legittimare il furto di terra palestinese  in nome di “bisogni pubblici”, perché il pubblico per il quale la sua opinione è destinata, ha rubato la terra sulla quale si è insediato.

Israele agisce come un’organizzazione criminale che opera secondo le proprie leggi ed è convinto che possa essere visto come un corpo legale. Mendelblit ha adornato la sua opinione con una serie di vaghe qualifiche come “fattibilità” e “proporzionalità”. Questi termini non hanno alcun significato quando si tratta della lussuria per il furto di terra che guida i coloni e il governo. Tale opinione è favorevole alla violazione dei diritti dei palestinesi, alla violazione della legge internazionale di Israele e  mina la legittimità del sistema giudiziario israeliano.

L’articolo sopra riportato è l’editoriale principale di Haaretz, pubblicato sui giornali ebraico e inglese in Israele

 

Haaretz: il diritto di Israele di rubare la terra palestinese *** haaretz.com

https://frammentivocalimo.blogspot.it/2017/11/haaretz-il-diritto-di-israele-di-rubare.html

Contrassegnato con i tag: , , , , , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam