Hagar Shezaf // Coloni armati assaltano i palestinesi dopo aver fatto irruzione nelle loro case in Cisgiordania

0
360

tratto da: https://frammentivocalimo.blogspot.com/2020/12/hagar-shezaf-coloni-armati-assaltano-i.html

20 dicembre 2020

Coloni e palestinesi vicino al villaggio di Safai nelle colline meridionali di Hebron, 19 dicembre 2020. Credito: Guy Batavia

Traduzione Sintesi

Coloni ebrei armati hanno attaccato i palestinesi in due incidenti separati dopo aver fatto irruzione nelle case, nelle colline a sud di Hebron in Cisgiordania, durante il fine settimana. Gli intrusi hanno detto che stavano cercando pecore rubate, secondo i testimoni.

Gli incidenti sono avvenuti nella tarda notte di giovedì nelle vicinanze di Masafer Yatta, un insieme di villaggi palestinesi della zona. Secondo i testimoni, venerdì pomeriggio gli intrusi erano ancora nella zona alla ricerca delle loro pecore. Almeno un palestinese ha detto di aver telefonato alla polizia israeliana, sottolineando  che non si sono mai presentati.

La polizia ha confermato di aver ricevuto una denuncia di pecore rubate seguita dall’informazione che i coloni stavano cercando le pecore nell’area dei villaggi. Hanno detto di essere arrivati ​​sulla scena e di aver ricevuto una denuncia da un palestinese. Tuttavia, non hanno parlato con nessuno degli intervistati.

Sabato, la polizia ha arrestato tre coloni che erano arrivati ​​nel villaggio di Safai in cerca delle loro pecore rubate. Secondo la polizia i tre sono stati arrestati per aver aggredito un poliziotto e aver interferito con un poliziotto in servizio.

Ali Jabareen, del piccolo villaggio di Khirbet Sha’ab al Butum, ha detto che due coloni hanno fatto irruzione nella sua casa all’1:30 di venerdì. “Stavamo dormendo, sono entrati e hanno spaventato mia moglie e i miei figli, chiedendomi dove fossero le pecore. Ho  chiesto “Perchè  dovremmo saperlo?” “

Jabareen ha riferito  che un colono ha preso a calci la sua gamba. “I bambini hanno iniziato a urlare e non capivano cosa stesse succedendo, aggiungendo di aver riconosciuto uno dei coloni: un pastore di nome Yosef. Il fratello di Jabareen, Ismail, ha detto di aver visto gli stessi coloni fuori da casa sua. “Ho detto loro che avevo due bambini in casa e che non dovevano entrare, che avrei chiamato la polizia”. Pochi minuti dopo, ha chiamato la polizia, che ha promesso di contattarlo di nuovo mezz’ora dopo, ma a partire da sabato sera, la polizia non si è presentata.

Testimoni del villaggio di Khirbet al-Markaz hanno affermato che un gruppo di coloni è arrivato lì intorno alle 4:30 del mattino. Omar Hushyieh li ha sentiti gridare come se cercassero qualcuno. “Lavoro per gli ebrei, quindi ho pensato che qualcuno fosse venuto a cercarmi e sono uscito“. Una volta fuori, uno degli intrusi lo ha colpito alla bocca, rompendogli un dente, e poi lo ha colpito allo stomaco con il calcio della pistola. “Ho sanguinato molto dalla bocca”. La madre di Hushiyeh, Samira, ha detto che inizialmente pensava che l’esercito israeliano  fosse  arrivato nel villaggio. Quando ha provato ad andare fuori da suo figlio, gli intrusi hanno tenuto la porta chiusa dall’esterno e non l’hanno fatta uscire.

Omar Hushiyeh ha affermato che i coloni non gli hanno permesso di rientrare in casa fino alle 6:00 del mattino, dopo aver finito di cercare le pecore. Hushiyeh e sua madre confermano che c’erano sette giovani intrusi, alcuni dei quali armati. I coloni hanno poi perquisito il villaggio di Fahit, saccheggiandolo due volte: una alle 8:00 quando hanno perquisito gli ovili e un’altra alle 15:30 quando hanno fatto irruzione in due case di proprietà di Ismail al-Adra. Adra  ha cercato di impedire loro di entrare nelle case. I coloni se ne sono andati dopo 15 minuti. “Qualcuno entra in casa di qualcun altro con una pistola e non ci sono poliziotti? Chi se ne assumerà la responsabilità?”  si è domandato Nafez Amur, un testimone.

L’avvocato Roni Pelli dell’Associazione per i diritti civili in Israele ha immediatamente allertato le autorità sugli incidenti. “Lo scorso fine settimana, siamo stati nuovamente testimoni della totale assenza di forze dell’ordine contro i coloni in Cisgiordania. Non c’è nessuno che protegga i residenti palestinesi quando vengono attaccati dai coloni. La mancanza di azione da parte delle autorità consente di fatto che si verifichi questo comportamento criminale. È necessario condurre un’indagine completa su questi incidenti nelle colline di South Hebron e gli autori devono essere assicurati alla giustizia”.

Versione accessibile: https://archive.is/CqEnP

 

 

https://frammentivocalimo.blogspot.com/2020/12/hagar-shezaf-coloni-armati-assaltano-i.html

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.