Human Rights Watch esorta l’UE a condannare i crimini israeliani contro l’umanità

323

Articolo pubblicato originariamente su Arab News e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite

Human Rights Watch ha esortato l’UE e i suoi Stati membri a utilizzare la riunione del Consiglio di associazione UE-Israele della prossima settimana per condannare i crimini israeliani contro l’umanità.

L’incontro arriva poche settimane dopo che le autorità israeliane hanno fatto irruzione e ordinato la chiusura degli uffici di sette importanti organizzazioni della società civile palestinese – alcune delle quali ricevono finanziamenti dall’UE – nonostante le obiezioni del blocco e dei suoi Stati membri.

“Gli europei dovrebbero sapere che stringeranno la mano ai rappresentanti di un governo che commette crimini contro l’umanità e che ha messo fuori legge importanti gruppi della società civile che contestano questi abusi”, ha dichiarato Omar Shakir, direttore di HRW per Israele e Palestina.

“Fingere che sia tutto come al solito con Israele in mezzo all’escalation della repressione manda il messaggio che la condanna dell’UE vale poco più della carta su cui è scritta”.

Criticato da ONG palestinesi, europee e internazionali, oltre che da 47 membri del Parlamento europeo, l’incontro della prossima settimana sarà il primo in un decennio, dopo che era stato sospeso a seguito delle obiezioni di Israele alla posizione dell’UE sugli insediamenti in Cisgiordania.

HRW, tuttavia, ha affermato che la posizione del blocco rappresenta “vuoti luoghi comuni” che non tengono conto dei diritti umani identificati come essenziali all’interno del Consiglio di associazione.

Alon Liel, ex direttore generale del Ministero degli Esteri israeliano, ha dichiarato alla stampa all’inizio di quest’anno che, finché gli europei non prenderanno provvedimenti concreti, “a Israele non importa nulla. Si sente molto sicuro che questo comportamento contrario ai diritti umani non avrà alcun costo nell’arena internazionale”.

Nel maggio 2021, gli Stati membri dell’UE si sono astenuti o hanno votato contro l’istituzione, da parte del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, di un’inchiesta per indagare sugli abusi e identificare le cause profonde del conflitto israelo-palestinese, nonostante abbiano votato costantemente a favore di meccanismi di responsabilità in altri contesti.

“L’incapacità decennale dell’Europa di agire di fronte alle gravi violazioni dei diritti umani ha incoraggiato le autorità israeliane a intensificare sfacciatamente la repressione dei palestinesi”, ha dichiarato Claudio Francavilla, rappresentante dell’UE presso HRW.

“Invece di recitare vuoti luoghi comuni, i funzionari europei dovrebbero usare il Consiglio di associazione per condannare finalmente l’apartheid e la persecuzione di Israele e chiarire che ci saranno conseguenze significative se il governo israeliano non invertirà la rotta”.

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.