I 49 NAUFRAGHI- E’ COSI’ DIFFICILE ANDARSELI A PRENDERE? di Paola Caridi

0

Perché non andarsele a prendere, le 49 persone soccorse in mare da Seawatch3 e Seaeye? I porti sono chiusi dalle autorità nazionali per le navi non italiane, ma nessuno può impedire a una imbarcazione italiana di entrare in un qualsiasi porto. Perché non organizzare un piccolo convoglio di barche italiane e far trasbordare i naufraghi? Poi, ci saranno le conseguenze legali del caso, per gli armatori, per i comandanti, per gli stessi naufraghi, ma solo successivamente all’attracco.

La mia può sembrare una provocazione. In parte, e con coscienza, lo è. E’ però in linea con il contenuto della lettera che il sindaco di Napoli Luigi De Magistris (un ex magistrato) ha inviato alla SeaWatch3.

“Sappia – scrive De Magistris al comandante – che abbiamo già disponibili 20 imbarcazioni che, in sicurezza, raggiungeranno la Seawatch3 per portare a terra le persone che Lei sta ospitando”. La proposta del sindaco di Napoli a SeaWatch3 è di far rotta verso le acque antistanti la città partenopea. E forse questo non è possibile, per i naufraghi che da 14 giorni si trovano in condizioni molto difficili e che dovrebbero affrontare altri giorni di mare (in tempesta).

Bisognerebbe andarseli a prendere? Forse. Chissà. Per chi non è un tecnico, un marinaio, una donna di mare, dare consigli è inutile e dannoso. Quello su cui invece occorrerebbe riflettere è se non sia il caso, anche e soprattutto questa volta, di liberare la testa e dare spazio a idee meno costrette dai lacciuoli della nostra vita in democrazie compiute. Bisogna invece agire in condizioni di crisi.

Il primo esempio che mi viene in mente, lontano non solo poco meno di 80 anni di storia europea, ma anche anni luce nella nostra esperienza, è il miracolo compiuto dalle “piccole navi di Dunkerque”. E cioè le circa 850 imbarcazioni private britanniche che in nove giorni, nel maggio 1940, salvarono centinaia di migliaia di soldati. Partirono da Ramsgate, sulla costa inglese, e si diressero dall’altra parte del Canale della Manica, verso l’imbuto di Dunkerque, dove gli eserciti alleati si erano rifugiati sotto la pressione nazista. Chi ha visto L’Ora più Buia, uno dei film più interessanti della scorsa stagione, sarà rimasto affascinato dal colpo di genio di Winston Churchill, che non ha fatto altro che attivare la coscienza civile e morale di centinaia di pescatori e uomini di mare. Andarono a salvare non solo sudditi di sua maestà britannica, ma anche francesi, alleati.

È come se noi fossimo costretti in una camicia di forza che ci rende difficile, talvolta impossibile, rompere le cinghie e agire. Il tempo, però, stringe, e non solo per i 49 naufraghi imprigionati in mezzo al mare. Salviamo loro. E salviamo noi.

 

 

I 49 NAUFRAGHI- E’ COSI’ DIFFICILE ANDARSELI A PRENDERE? di Paola Caridi

i 49 naufraghi. E’ così difficile andarseli a prendere?

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.