I soldati israeliani sparano e uccidono un palestinese di 21 anni a Nabi Saleh

 

6 giugno 2018

Izz ad-Din Tamimi è il terzo residente di Nabi Saleh ucciso dall’IDF da quando il villaggio ha iniziato le sue proteste disarmate contro l’occupazione un decennio fa.

Di Oren Ziv e Yael Marom
6 giugno 2018

I soldati israeliani hanno sparato e ucciso Izz ad-Din Tamimi mercoledì mattina durante un raid nel villaggio di Nabi Saleh, in Cisgiordania .

Secondo la versione degli eventi dell’IDF, Tamimi, 21 anni, si era unito a diversi altri giovani del villaggio in scontri con i soldati. Si era avvicinato ai soldati e aveva lanciato una pietra che ha colpito uno dei soldati, che poi ha aperto il fuoco.

Tamimi è stato colpito due volte, nel collo e nel petto, da una distanza di circa 50 metri, hanno riferito testimoni. L’IDF ha riferito che nessun soldato è rimasto ferito e che l’omicidio era sotto inchiesta.

Le forze israeliane avevano in precedenza fatto irruzione nella casa di Izz ad-Din Tamimi lo scorso febbraio per arrestarlo. Quando è risultato che non era lì, l’IDF ha arrestato i suoi genitori e il fratello, invece, detenendoli nella prigione di Ofer , dove sono stati interrogati dallo Shin Bet. I residenti di Nabi Saleh hanno detto che l’esercito aveva minacciato di continuare a razziare il villaggio fino a quando Izz a-Din non si fosse presentato. Le ripetute incursioni si sono concluse mercoledì con la sua morte.

Tamimi è la terza vittima del villaggio di Nabi Saleh da quando i suoi abitanti hanno iniziato una lotta disarmata e popolare contro l’occupazione circa 10 anni fa. Dall’inizio della rivolta, i residenti di Nabi Saleh hanno subito minacce quotidiane di arresti , incursioni nel mezzo del giorno e della notte e violenze di routine .

Ahed Tamimi, l’adolescente filmata mentre schiaffeggiava due soldati israeliani pesantemente armati nel villaggio lo scorso dicembre, rimane in prigione, così come sua madre, Nariman.

Il corpo di Izz ad-Din Tamimi è stato trasferito all’ospedale di Ramallah per essere ricevuto dalla sua famiglia in preparazione della sepoltura. Il suo funerale è previsto per mercoledì sera a Nabi Saleh.

Tra gli amici e la famiglia che aspettavano nell’ospedale di Ramallah c’era la vicina di Izz, Manal Tamimi. “Izz è stato colpito diverse volte in passato. È stato arrestato per la prima volta quando aveva 14 anni “, ha detto.

“Era coraggioso, sempre il primo a dare il via alle proteste e agli scontri. Era ricercato da tre mesi e sapevamo che i raid sarebbero finiti in un disastro “, ha proseguito Manal. “Il loro obiettivo [dei raid] era di inviare un messaggio alla famiglia Tamimi”.

972MAG.COM

Israeli soldiers shoot and kill 21-year-old Palestinian in Nabi Saleh | +972 Magazine

Izz ad-Din Tamimi is the third resident of Nabi Saleh killed by the IDF since the village began its unarmed protests against the occupation a decade ago. By Oren Ziv and Yael Marom Israeli soldiers shot and killed…

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

 

Contrassegnato con i tag: , , , , , , , , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam