I soldati israeliani sparano e uccidono un palestinese di 21 anni a Nabi Saleh

0

 

6 giugno 2018

Izz ad-Din Tamimi è il terzo residente di Nabi Saleh ucciso dall’IDF da quando il villaggio ha iniziato le sue proteste disarmate contro l’occupazione un decennio fa.

Di Oren Ziv e Yael Marom
6 giugno 2018

I soldati israeliani hanno sparato e ucciso Izz ad-Din Tamimi mercoledì mattina durante un raid nel villaggio di Nabi Saleh, in Cisgiordania .

Secondo la versione degli eventi dell’IDF, Tamimi, 21 anni, si era unito a diversi altri giovani del villaggio in scontri con i soldati. Si era avvicinato ai soldati e aveva lanciato una pietra che ha colpito uno dei soldati, che poi ha aperto il fuoco.

Tamimi è stato colpito due volte, nel collo e nel petto, da una distanza di circa 50 metri, hanno riferito testimoni. L’IDF ha riferito che nessun soldato è rimasto ferito e che l’omicidio era sotto inchiesta.

Le forze israeliane avevano in precedenza fatto irruzione nella casa di Izz ad-Din Tamimi lo scorso febbraio per arrestarlo. Quando è risultato che non era lì, l’IDF ha arrestato i suoi genitori e il fratello, invece, detenendoli nella prigione di Ofer , dove sono stati interrogati dallo Shin Bet. I residenti di Nabi Saleh hanno detto che l’esercito aveva minacciato di continuare a razziare il villaggio fino a quando Izz a-Din non si fosse presentato. Le ripetute incursioni si sono concluse mercoledì con la sua morte.

Tamimi è la terza vittima del villaggio di Nabi Saleh da quando i suoi abitanti hanno iniziato una lotta disarmata e popolare contro l’occupazione circa 10 anni fa. Dall’inizio della rivolta, i residenti di Nabi Saleh hanno subito minacce quotidiane di arresti , incursioni nel mezzo del giorno e della notte e violenze di routine .

Ahed Tamimi, l’adolescente filmata mentre schiaffeggiava due soldati israeliani pesantemente armati nel villaggio lo scorso dicembre, rimane in prigione, così come sua madre, Nariman.

Il corpo di Izz ad-Din Tamimi è stato trasferito all’ospedale di Ramallah per essere ricevuto dalla sua famiglia in preparazione della sepoltura. Il suo funerale è previsto per mercoledì sera a Nabi Saleh.

Tra gli amici e la famiglia che aspettavano nell’ospedale di Ramallah c’era la vicina di Izz, Manal Tamimi. “Izz è stato colpito diverse volte in passato. È stato arrestato per la prima volta quando aveva 14 anni “, ha detto.

“Era coraggioso, sempre il primo a dare il via alle proteste e agli scontri. Era ricercato da tre mesi e sapevamo che i raid sarebbero finiti in un disastro “, ha proseguito Manal. “Il loro obiettivo [dei raid] era di inviare un messaggio alla famiglia Tamimi”.

972MAG.COM

Israeli soldiers shoot and kill 21-year-old Palestinian in Nabi Saleh | +972 Magazine

Izz ad-Din Tamimi is the third resident of Nabi Saleh killed by the IDF since the village began its unarmed protests against the occupation a decade ago. By Oren Ziv and Yael Marom Israeli soldiers shot and killed…

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.