IL PRIMO PIANO DELLE SUE MANI SPALANCATE HA CONQUISTATO TUTTI – di Nandino Capovilla

0
172

tratto da: Nandino Capovilla

mercoledì 16 settembre 2020   10:00

Il primo piano delle sue mani spalancate ha conquistato tutti. E chissà quanto bene la sua scelta di avvicinare e servire e amare gli ultimi moltiplicherà in noi, che spesso lasciamo i poveri sull’altro lato della nostra strada! A parte le solite strumentalizzazioni anti-migranti, è allora bello leggere il fiume di commenti che riconoscono in don Roberto uno straordinario dono ed esempio che tanto ci fa bene. Non amava polemizzare né mettersi in mostra, ma solo servire le persone nel bisogno.

Lo ricorderò con commozione stamattina nell’intervento al corso per il Servizio Civile che farò nella mia città, aggiungendo ai giovani che coniugano ‘servizio’ con ‘solidarietà e diritti’, che don Roberto non si è fermato neanche quando, per aver distribuito la colazione ai poveri in centro città, tempo fa, era stato multato dalla polizia locale. E lo stesso sindaco che ora ha proclamato il lutto cittadino aveva emesso un’ordinanza non solo contro i poveri di Como, ma anche contro i volontari. Alla raccolta firme della Lega contro la costruzione di un nuovo dormitorio la città aveva risposto con centinaia di persone in piazza con una coperta sotto braccio.

Così, quando nel Natale 2017 a Como la carità era diventa reato e la solidarietà un nemico del decoro urbano, il direttore della Caritas giustamente aveva protestato per un’ordinanza che, vietando di servire le colazioni “mette fuorilegge anche Gesù Cristo che arriverà”, mentre il nostro mite don Roberto non si era certo fermato, alle sette di mattina, caricando la sua auto di biscotti e di amore, per servire direttamente quel Cristo che aveva riconosciuto perfettamente.

Nandino Capovilla

 

 

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.