IL VIDEO MOSTRA IL BULLDOZER DELL’ESERCITO ISRAELIANO CHE TRASCINA IL CORPO DI UN MANIFESTANTE DOPO LA MANIFESTAZIONE ALLA FRONTIERA.

0
28

tratto da: INVICTA PALESTINA

L’IDF afferma che due palestinesi sono stati uccisi per aver tentato di piazzare esplosivi vicino alla frontiera. La Jihad islamica afferma che l’uomo era militante nella sua brigata Khan Yunis

English version

Yaniv Kubovich e Jack Khoury, 23 febbraio 2020

Copertina: Un carro armato israeliano Merkava e un bulldozer  lungo il confine Israele-Gaza a est di Khan Yunis nella striscia meridionale di Gaza, 23 febbraio 2020AFP

Oggi, domenica, secondo una dichiarazione dell’esercito israeliano, i soldati   hanno aperto il fuoco contro due palestinesi vicino al confine nella striscia meridionale di Gaza   sospettati di deporre una carica  esplosiva vicino al recinto,.
Il ministero della salute di Gaza ha detto che due feriti sono stati portati all’ospedale europeo di Khan Yunis per essere curati. Uno è morto, in seguito identificato dall’organizzazione islamica della Jihad come Muhammad Ali Anam, 27 anni, un combattente nel battaglione Khan Yunis dell’ala militare di Al Quds.

Un video girato dagli astanti di Gaza e ampiamente condiviso sui social media mostra un bulldozer israeliano, scortato da un carro armato, che rincorre i palestinesi impegnati nel tentativo di portare via i feriti. La sua pala meccanica alla fine contiene il corpo apparentemente senza vita di uno degli uomini con i suoi vestiti penzoloni.

Il ministro della Difesa israeliano Naftali Bennett ha successivamente confermato che il bulldozer era stato utilizzato per “raccogliere” i corpi.
Una successiva dichiarazione dell’esercito israeliano ha affermato di aver contrastato un attacco condotto da “terroristi affiliati alle organizzazioni palestinesi della Jihad islamica”.

In allegato alla dichiarazione c’era un video tratto da un posto di osservazione dell’IDF che mostra due uomini che posano un oggetto pesante vicino al recinto di confine. Una didascalia che accompagna il video recita: “Posa di una carica esplosiva sul recinto di confine, 23.02.2020”.

“Israele intendeva uccidere un giovane disarmato, di fronte alle telecamere di tutto il mondo”, ha detto il portavoce di Hamas Fawzi Barhoum, mentre la Jihad islamica ha promesso ritorsioni. Il portavoce dell’ala militare della Jihad islamica ha detto dell’incidente:

“L’infiltrazione delle forze nemiche nel territorio della Striscia e l’uccisione barbara di uno dei nostri combattenti costituisce palese aggressione, e Israele deve assumersi la responsabilità di questa aggressione”.

L’ONG Adalah Legal Center for Arab Minority Rights ha esortato l’avvocato generale militare ad aprire un’indagine penale, affermando che l’azione vista nel video viola gli accordi internazionali, che lo definirebbero un crimine di guerra.

Due fotografi locali hanno riferito a Haaretz che lo scontro è avvenuto all’interno del territorio palestinese. Dopo le riprese, decine di palestinesi si sono radunati sulla scena. Testimoni hanno riferito che l’esercito israeliano ha sparato alle gambe di coloro che si avvicinavano al bulldozer.

Dopo che il video ha conquistato i titoli dei media israeliani, il ministro della Difesa Bennett ha risposto alle critiche su Twitter, esprimendo la sua stanchezza con “le feroci critiche della sinistra sulla” disumanità “dell’uso di un bulldozer per riportare indietro il corpo di un terrorista che ha provato assassinare (!) israeliani “.

“Signori, cuori sanguinanti: non siete umani! Hamas detiene i corpi di Hadar e Oron”, ha aggiunto il leader Yamina, riferendosi ai soldati dell’IDF Hadar Goldin e Oron Shaul, che furono uccisi in azione durante la guerra di Gaza del 2014 e i cui resti sono tenuto a Gaza. “Sostengo l’IDF che ha ucciso il terrorista e raccolto il corpo”, ha concluso, “questo è come dovrebbe essere fatto, ed è così che sarà fatto”.

Il membro della Joint List della Knesset Aida Touma-Sliman ha descritto l’operazione dell’esercito israeliano come segue: “Rubano un corpo, lo abusano con un bulldozer e continuano a sostenere che l’esercito è il più morale del mondo. Da quando Bennett è entrato in carica come ministro della difesa, gli organismi con cui contrattare è la politica dichiarata da Israele “. Ha descritto Bennett come “il ministro della morte e della brutalità”.

Un altro legislatore della Joint List, Ofer Cassif, ha dichiarato: “Rapire un corpo è l’atto nauseabondo e assetato di sangue dei vampiri. Ecco cosa ha da offrire Netanyahu:” Assedio, uccisione e rapimento di corpi. Dobbiamo porre fine alla loro celebrazione della morte “.

I Gazawi hanno  maggiori permessi

La scorsa settimana, Israele ha aumentato il numero di permessi di lavoro e commerciali per 7.000 abitanti, il numero più alto da quando Hamas è salito al potere nel 2007, e ha ampliato le sue zone di pesca nella Striscia di Gaza di 15 miglia nautiche.

Ciò è avvenuto dopo  un testa a testa tra i militanti di Gaza e l’IDF in seguito al rilascio del piano di pace di Trump che ha minacciato di convertire una calma relativa in un conflitto in piena regola.
Sia il Primo Ministro Benjamin Netanyahu che Naftali Bennett hanno dichiarato che Israele potrebbe avviare un’importante operazione militare a Gaza nel prossimo futuro. Netanyahu, parlando in una riunione del gabinetto, ha detto che non accetterà “nessuna aggressione da Gaza”.

La politica di Israele è quella di rendere Hamas responsabile di qualsiasi azione violenta condotta dalla Striscia di Gaza, anche se proviene da altri movimenti, come la Jihad islamica.
La facilità senza precedenti per le restrizioni sull’enclave costiera bloccata arriva in una situazione di stallo politico in corso in Israele, che alcuni analisti ritengono che Hamas stia sfruttando a proprio vantaggio.

All’inizio di questo mese, il capo dell’intelligence israeliana Yossi Cohen ha riferito di aver visitato segretamente Doha per convincere il Qatar a continuare a sostenere la striscia, nonostante le continue tensioni.

 

Trad. Invictapalestina.org

 

Il video mostra il bulldozer dell’esercito israeliano che trascina il corpo di un manifestante dopo la manifestazione alla frontiera.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.