Immagina

Lunedì 17 Dicembre 2012 12:15  Palestina/Israele

Immagina. Chiudi gli occhi.
Immagina di andare in un resort alle porte del mondo. Lì dove tutto ha un inizio e tutto ha una fine. Immagina di degustare prelibati pasti, preparati con cura dalle mani esperte di una donna del luogo.

Immagina di stare in piedi sul mondo, sulla collina più alta all’ingresso del deserto. Immagina di ammirare un’immensa distesa di terra arida che si estende a perdita d’occhio.
Ora immagina di sederti sulla cresta di quella collina e di rimanere immobile a pensare. Lasciati cullare dal caldo sole del mattino, tra un pensiero e un altro, tra un sogno dimenticato e uno realizzato, trasportato dalla dolce serenità di un luogo perduto nel tempo, senza dove né perché.
Immagina di vagare senza fame né sete sotto la prepotente alba del Medio Oriente, immagina di osservare il mondo attraverso la lente rossastra del tramonto arabo.
Non aprire ancora gli occhi. Continua a sognare.
Immagina gli odori.
Respira i sapori.
Accarezza il silenzio.
Godi di questo attimo di pace.
Ora apri gli occhi: dove sei stato?
No, non è Sharm el Sheik.
Sei alle porte del Negev, un paradiso terrestre dimenticato da dei e demoni.
Sei appena stato in Palestina, un luogo dove non avresti mai pensato di trascorrere le tue vacanze. Eri circondato dal nulla, disperso tra le sassaie dell’arido deserto, accolto dai palestinesi.
Ora fermati.
Richiudi gli occhi.
Ascolta il silenzio.
Senti niente?
Boati in lontananza. Spari nel vuoto.
Non spaventarti, è solo il rumore assordante delle bombe israeliane. Laggiù dove hanno costruito orribili basi militari per l’addestramento dei soldati. Addestramento alla morte.
Scusa se ho interrotto il viaggio. E’ necessario guardare, senza voltare la testa.
L’inesplorato paradiso terrestre in cui hai vagato per qualche minuto è sotto minaccia. Israele vuole evacuare l’area, trasformarla in scuola di morte e distruzione, maledirla a suon di esplosioni, addestrarci esecutori di ordini sanguinari.
Distruggere il paesaggio in nome della guerra.
Usurpare il quieto vivere palestinese per espandere i suoi confini.
Turbare i sogni tranquilli di bambini innocenti.
Invadere la tua immaginazione, impedire i tuoi futuri piani di viaggio.
Ora smetti di immaginare: questa è la realtà!
Medita. Informati. Agisci.

 

http://www.operazionecolomba.it/palestina-israele/1443-immagina.html

Contrassegnato con i tag: ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam