IRAN – 5+1. Teheran rispetta i patti, allentate le sanzioni

338

18 apr 2014

L’intesa prevede uno stop all’arricchimento dell’uranio e porte aperte agli ispettori della Aiea in cambio dell’alleggerimento delle sanzioni che strozzano l’economia iraniana. Entro luglio l’accordo definitivo  

immagine1

Impianto nucleare a Bushehr (Foto: Abedin Taherkenareh/EPA)

della redazione

Roma, 18 aprile 2014, Nena News – L’Iran sta rispettando i patti. Secondo un rapporto dell’Agenzia internazionale dell’energia atomica (Aiea) trapelato nei giorni scorsi, Teheran ha neutralizzato metà delle proprie riserve di uranio arricchito al 20 per cento, quello che si usa per fabbricare una bomba atomica, e gli Stati Uniti hanno scongelato fondi iraniani per 450 milioni di dollari.

Stop all’arricchimento dell’uranio e porte aperte agli ispettori della Aiea in cambio dell’alleggerimento delle sanzioni che strozzano l’economia iraniana. La formula sembra funzionare e far procedere al meglio la trattativa sul programma nucleare iraniano: a maggio si potrebbe arrivare a una bozza finale di accordo per poi giungere a un patto definitivo entro luglio. L’obiettivo di Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito, Francia e Germania è escludere in maniera definitiva la possibilità per la Repubblica islamica di dotarsi dell’atomica; ipotesi però sempre negata da Teheran.

L’intesa ha fatto leva sull’attenuazione delle pesanti sanzioni imposte all’Iran a causa del suo programma nucleare ed è stata raggiunta dopo mesi di una faticosa trattativa tra la Casa Bianca, che ha dovuto contrastare un’opposizione interna bipartisan, e il presidente iraniano, Hassan Rohani, decisamente più aperto al dialogo del suo predecessore Mahmud Ahmadinejad. D’altronde, la strada aperta a novembre pare l’unica percorribile per Teheran che sta affrontando una grave crisi economica, frutto anche delle sanzioni. La Guida Suprema Ayatollah Alì Khamenei sostiene il negoziato, ma ha chiarito più volte che il Paese non rinuncerà al suo programma nucleare a scopi civili. Resta sul tavolo della trattativa la questione della sorte del reattore ad acqua pesante di Arak e delle 19mila centrifughe di ultima generazione, presenti in Iran. Nena News

– See more at: http://nena-news.it/iran-teheran-rispetta-i-patti-allentate-le-sanzioni/#sthash.rSy2SF22.dpuf

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.