Israele arresta i leader delle comunità nel tentativo di fermare le proteste su Gerusalemme

0

16/12/2017

https://electronicintifada.net

 

I soldati israeliani arrestano un palestinese vicino al checkpoint di Huwwara, a sud di Nablus, nella West Bank occupata, il 16 dicembre. Israele ha detenuto centinaia di persone nell’ambito di una violenta repressione finalizzata a reprimere le proteste contro il riconoscimento di Donald Trump   per Gerusalemme come capitale di Israele. Immagini di Ayman Ameen APA

Le forze israeliane hanno intensificato la loro vasta campagna di arresti di palestinesi nella Cisgiordania occupata, inclusa Gerusalemme Est, detenendo centinaia di persone da quando il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha riconosciuto Gerusalemme come capitale di Israele il 6 dicembre.

Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 400 palestinesi solo martedì e mercoledì  in una repressione che Israele ha soprannominato “Operation Green Candles”.

I media israeliani hanno riferito che è stata una delle più grandi campagne di arresti di massa negli ultimi anni, coinvolgendo 1.600 militari dell’occupazione.

Mentre Israele intensificava il suo violento sforzo per reprimere le proteste palestinesi a Gerusalemme, le sue forze continuano “una campagna concertata di arresti”, ha detto il gruppo per i diritti dei prigionieri Addameer.

La campagna di arresto ha preso di mira “ex detenuti e individui considerati figure chiave nelle loro comunità”, ha dichiarato Addameer.

Tra questi l’arresto dello scorso lunedì di Khader Adnan, un ex detenuto che ha in precedenza intrapreso due prolungati scioperi della fame – 66 giorni nel 2012 e 55 giorni nel 2015 – per protestare contro la sua detenzione senza accusa né processo da parte di Israele.

Adnan ha immediatamente iniziato uno sciopero della fame per protestare contro il suo ultimo arresto, secondo il gruppo di solidarietà  con i prigionieri Samidoun.

I soldati israeliani hanno anche arrestato Hassan Yousef, membro del Consiglio legislativo palestinese, sempre mercoledì.

Yousef era stato rilasciato il 31 agosto dopo essere stato trattenuto sotto la cosiddetta detenzione amministrativa – senza accusa né processo – per due anni.

È uno dei 12 parlamentari palestinesi ora nelle carceri israeliane, nove dei quali detenuti sotto detenzione amministrativa, secondo Addameer.

Le forze israeliane hanno spostato il detenuto palestinese Marwan Barghouti – anch’egli membro del Consiglio legislativo palestinese – in isolamento questa settimana, dopo che aveva rilasciato una dichiarazione in commemorazione della prima intifada, iniziata 30 anni fa in questo mese.

I parlamentari detenuti includono Khalida Jarrar, che è anche membro del consiglio di Addameer. È stata arrestata a luglio e da allora è stata trattenuta senza accusa.

 

Israele arresta i leader delle comunità nel tentativo di fermare le proteste su Gerusalemme

Israele arresta i leader delle comunità nel tentativo di fermare le proteste su Gerusalemme

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.