Israele blocca la “Dichiarazione di Ramallah”

adminSito   lunedì 6 agosto 2012 07:12

Impedito l’ingresso in Cisgiordania a 4 ministri degli esteri del gruppo dei Paesi Non Allineati che oggi dovevano firmare a Ramallah un documento a sostegno dei diritti dei palestinesi.

Ramallah (Cisgiordania), 06 agosto 2012, Nena News – E’ stata annullata la riunione prevista oggi in Cisgiordania dei dodici ministri del gruppo dei Paesi Non Allineati che doveva concludersi con la firma della «Dichiarazione di Ramallah», un documento a sostegno dei diritti dei palestinesi.

Israele non ha consentito l’ingresso nella Cisgiordania palestinese occupata ai ministri di quattro paesi con i quali non ha relazioni diplomatiche: Indonesia, Malaysia, Bangladesh e Cuba. L’esecutivo dei Non-Allineati ha quindi deciso per l’annullamento dell’incontro, il primo nei territori occupati palestinesi.

. Alla riunione era attesa anche la partecipazione del presidente dell’Autorità nazionale palestinese Mahmud Abbas (Abu Mazen).

La dichiarazione doveva affermare il diritto del popolo palestinese ad essere libero in un suo Stato indipendente e condannare l’occupazione militare israeliana che dura da oltre 45 anni. Nena News

Contrassegnato con i tag: , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam