ISRAELE CONTA DI SEQUESTRARE TERRA PALESTINESE VICINO ALLA MOSCHEA IBRAHIMI DI HEBRON

0
754

tratto da: rete Italiana ISM

https://www.middleeasteye.net/

21 aprile 2020

I palestinesi denunciano il tentativo di espropriare la terra nella Cisgiordania, poiché l’approvazione finale del piano spetta al primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu

Una visione generale mostra la Moschea Ibrahimi nella città occupata della Cisgiordania di Hebron il 3 aprile (AFP)

Il procuratore generale israeliano Avichai Mandelblit ha approvato martedì la confisca della terra palestinese nell’area della moschea Ibrahimi nella città di Hebron, situata nella Cisgiordania occupata meridionale.

L’approvazione finale resta nelle mani del primo ministro Benjamin Netanyahu, secondo i media locali. Il ministro della Difesa israeliano Naftali Bennett ha già dato il via libera al piano di esproprio a dicembre.

La terra verrà sequestrata al Waqf islamico palestinese, una associazione responsabile delle dotazioni religiose, al fine di “rinnovarla” e renderla accessibile alle persone con disabilità.

Hebron, la città palestinese più popolata della Cisgiordania, è diversa da qualsiasi altra parte del territorio occupato, dato che quasi 800 coloni israeliani vivono attualmente nel cuore della città sotto una pesante custodia militare, anziché in insediamenti separati dalle comunità palestinesi.

In totale, più di 200.000 palestinesi vivono a Hebron, di cui 30.000 nel centro storico della città.

La città vecchia, tra cui la Moschea Ibrahimi, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco dal 2017 ed è considerata un sito minacciato.

La moschea, conosciuta dagli israeliani come la tomba dei patriarchi, è un sito altamente contestato. Nel 1994, un colono israeliano-americano ha ucciso 29 palestinesi che pregavano nella moschea.

Sulla scia del massacro, Israele ha chiuso Shuhada Street – un’importante arteria della vecchia città – per i palestinesi e ha diviso il sito sacro in spazi separati per l’uso da parte di palestinesi e coloni. I fedeli ebrei hanno celebrato le loro preghiere da allora all’interno della moschea.

Il ministero della Giustizia israeliano ha annunciato in una dichiarazione che la decisione di martedì è stata presa in collaborazione con l’Amministrazione civile, un organo a guida militare incaricato di gestire permessi agricoli e di costruzione, strade, problemi idrici ed elettrici in Cisgiordania.

Le autorità israeliane hanno giustificato l’esproprio per costruire un ascensore e una rampa per consentire alle persone con disabilità, inclusi turisti e fedeli solo ebrei, di accedere al sito santo.

Anche un vecchio mercato all’ingrosso di Shuhada Street, di proprietà del comune palestinese di Hebron, verrà raso al suolo per lasciare spazio al controverso progetto.

Il ministero dell’Autorità palestinese (PA) di Waqf e Affari religiosi ha condannato la mossa del governo israeliano.

“La decisione è un assalto alla proprietà dei musulmani della moschea Ibrahimi e alle dotazioni che la circondano, che sono numerose nella città di Hebron”, ha detto il ministero.

A dicembre, Israele ha approvato l’espansione degli insediamenti all’interno di Hebron, compresa la costruzione di 70 nuove unità abitative che potrebbero raddoppiare la popolazione dei coloni in città.

Hanan Ashrawi, membro del comitato esecutivo dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina, ha anche denunciato la decisione israeliana come “un’azione provocatoria e irresponsabile che susciterà sensibilità religiose”.

“È uno sfruttamento cinico dell’attenzione del mondo nella lotta contro la pandemia di Covid-19 e un riflesso della volontà di Israele di eseguire rapidamente i suoi piani aggressivi a servizio e beneficio del regime di colonizzazione coloniale che sta divorando la Palestina”, ha detto in un dichiarazione.

Israele conta di sequestrare terra palestinese vicino alla Moschea Ibrahimi di Hebron

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.