Israele demolisce un villaggio beduino nel Negev per la 70 ° volta

0

giovedì 12 giugno 2014

 immagine1

UN BRACCIO DI FERRO CHE DURA DA ANNI: IL VILLAGGIO DI AL-ARAQIB E ISRAELE

Israele demolisce un villaggio beduino nel Negev per la 70 ° volta

Pubblicato oggi (aggiornato) 2014/12/06 12:15

Beersheba (Ma’an) – Le forze israeliane giovedi hanno demolito il villaggio beduino di al-Araqib per la 70 ° volta, i testimoni hanno detto a Ma’an.

Centinaia di poliziotti israeliani e forze speciali si sono schierati nella zona all’alba e hanno chiuso tutte le strade principali al villaggio del Negev. Un gran numero di residenti ha trascorso la notte all’interno del cimitero del paese per cercare di evitare che i bulldozer israeliani demolissero le strutture vicine.

Il portavoce della polizia israeliana Luba Samri ha detto a Ma’an che il cimitero non sarebbe stato distrutto, ma molte altre strutture “illegali” sono state demolite sotto la supervisione del vice capo della polizia del Negev Elan Peretz.

Il parlamentare beduino Taleb Abu Arar, l’ex MK Talab al-Sani e decine di attivisti erano presenti in al-Araqib quando le demolizioni hanno avuto luogo.

Israele considera al-Araqib e molti altri villaggi beduini nel Negev illegali, mentre i beduini dicono che è la loro terra ancestrale. Ci sono circa 260.000 beduini in Israele, per lo più vivono dentro e intorno al Negev, nel sud arido. Più della metà vivono in villaggi non riconosciuti, senza servizi, e molti vivono anche in condizioni di estrema povertà.

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

…………………………………………………….

http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=704241

immagine1

Israel demolishes Bedouin village in Negev for 70th time

Published today (updated) 12/06/2014 17:05

 

BEERSHEBA (Ma’an) — Israeli forces on Thursday demolished the Bedouin village of al-Araqib for the 70th time, witnesses told Ma’an.

Hundreds of Israeli police officers and special forces deployed in the area at dawn and closed all roads leading to the Negev village.

A large number of residents spent the night inside the village cemetery to try and prevent Israeli bulldozers from demolishing nearby structures.

Israeli police spokeswoman Luba al-Samri told Ma’an that the cemetery would not be destroyed, but several other “illegal” structures were demolished under the supervision of Negev deputy police chief Elan Peretz.

Bedouin MK Taleb Abu Arar, former MK Talab al-Sani and dozens of activists were present in al-Araqib when the demolitions took place.

Israel considers al-Araqib and most other Bedouin villages in the Negev illegal, while Bedouins say it is their ancestral land.

There are about 260,000 Bedouin in Israel, mostly living in and around the Negev in the arid south. More than half live in unrecognized villages without utilities and many also live in extreme poverty.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.